Skip to main content

PROVINCIA BOLZANO – Progetti di ricerca industriale o sviluppo sperimentale

tempo di lettura: 2 minuti

L.P. 14/2006 – Progetti di ricerca industriale oppure di sviluppo sperimentale

TIPOLOGIA: sportello

» OGGETTO

Oggetto del bando sono progetti di ricerca industriale o di sviluppo sperimentale. Le due tipologie devono essere presentante separatamente e ciascuna riceve il proprio finanzaiamento.

Possono essere presentate più domande di aiuto per anno solare.

» SOGGETTI AMMESSI

Possono presentare domanda:

  1. PMI con unità produttiva in provincia di Bolzano, purché iscritte alla CCIAA di Bolzano;
  2. Grandi imprese con unità produttiva in provincia di Bolzano, purché iscritte alla CCIAA di Bolzano;

Le imprese da fuori provincia di Bolzano che intendono insediarsi o che vi sono insediate da non più di due anni hanno l’obbligo di stipulare una convenzione con l’Amministrazione provinciale per l’insediamento di imprese a carattere innovativo e presentare una fideiussione bancaria/assicurativa qualora prevista dalla convenzione.

» SOGGETTI NON AMMESSI

Non sono ammessi soggetti iscritti nel registro delle imprese della CCIAA di Bolzano come “sede secondaria” oppure “unità locale”, ma che sul territorio provinciale non hanno dipendenti né svolgono una attività continuativa.

» DURATA

Gli interventi dovranno essere avviati successivamente alla presentazione della domanda.

» SPESE AMMISSIBILI

Le spese presentate per progetto (RI o SS) non possono superare l’importo massimo di 399.999,99 €.

I progetti di volume uguale o superiore a 400.000 € possono essere presentati nell’ambito di appositi bandi FESR. Oppure tale importo massimo viene derogato nel caso in cui le prestazioni vengano svolte presso società collegate o controllate all’interno di un gruppo del richiedente oppure presso altre unità produttive del richiedente, che abbiano sede al di fuori della provincia di Bolzano.

Le spese ammissibili sono le seguenti:

  1. spese per il personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario)
  2. costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti (max 70% dei costi totali)
  3. costi degli strumenti e delle attrezzature.
  4. costi di fabbricati e terreni, purché utilizzati per il progetto di ricerca industriale oppure di sviluppo sperimentale e per la relativa durata di utilizzo;
  5. acquisto di materie prime, componenti, semilavorati, materiali commerciali e di uso specifico;
  6. spese generali per importo forfetario del 20% sulle spese del personale.

» CONTRIBUTO

Il contributo in conto capitale è concesso in modo seguente:

  • fino al 50% per ricerca industriale
  • fino al 25% per sviluppo sperimentale

» MAGGIORAZIONI

Il contributo  sarà incrementato di una ulteriore % nel caso il beneficiario sia una piccola impresa (20%) o media impresa (10%).

» TERMINI

Non è prevista una scadenza per la presentazione.

» VALUTAZIONE

Le domande di aiuto sono esaminate secondo la procedura di tipo valutativo secondo l’ordine cronologico di presentazione.

I progetti vengono valutati sotto il seguente profilo formale e sostanziale:

  1. la valutazione formale riguarda la completezza della documentazione presentata e il possesso dei requisiti richiesti da parte del soggetto richiedente;
  2. la valutazione sostanziale riguarda i contenuti tecnici, qualitativi e finanziari del progetto presentato.

 

 


SPECIALE CONTRATTI DI SVILUPPO

error: