Skip to main content

PROVINCIA TRENTO – Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo

tempo di lettura: 3 minuti

L.P. 6/2023 – Aiuti per progetti di ricerca e sviluppo

TIPOLOGIA: sportello

» OGGETTO

Oggetto del bando sono progetti di ricerca e sviluppo in una prospettiva di sviluppo sostenibile e di economia circolare con le seguenti caratteristiche:

  1. novità e originalità delle conoscenze acquisibili mediante la realizzazione dell’iniziativa anche rispetto a precedenti progetti agevolati;
  2. utilità delle conoscenze acquisibili con la realizzazione dell’iniziativa per innovazioni di prodotto, di processo o di servizio che accrescono la competitività e favoriscano lo sviluppo del soggetto beneficiario operante sul territorio provinciale, al fine di assicurare ricadute positive sul territorio stesso.

La realizzazione dell’iniziativa deve inoltre avvenire mediante il coinvolgimento obbligatorio di un organismo di ricerca o di una infrastruttura di ricerca.

È inoltre previsto per le domande con importo di spesa ammessa fino a 1 milione € l’obbligo di incrementare il livello occupazionale risultante alla data della domanda, pari a 1 U.L.A. ogni 250.000 € di importo di spesa ammessa. In alternativa è previsto l’obbligo di raggiungere e/o mantenere, per ciascuno dei 2 anni successivi alla data di completamento dell’iniziativa un determinato livello di indotto calcolato come segue:

  1. le piccole imprese devono garantire un indotto pari a 100.000 € o frazione per ogni U.L.A. o frazione di U.L.A. mancante al raggiungimento del livello occupazionale;
  2. tutte le altre imprese devono raggiungere un valore incrementale di indotto rispetto al valore desumibile dai dati di bilancio dell’esercizio precedente alla data di completamento dell’iniziativa, pari a 100.000,00 euro o frazione per ogni U.L.A. o frazione di U.L.A. mancante al raggiungimento del livello occupazionale.

» SOGGETTI AMMESSI

Possono presentare domanda piccole, medie e grandi imprese con una unità operativa in cui è realizzata l’iniziativa che sia attiva sul territorio provinciale. Le iniziative possono essere realizzate anche in forma congiunta mediante il ricorso a idonee forme contrattuali di collaborazione.

Nel caso di interventi per imprese di nuova costituzione, il requisito relativo alla costituzione o all’unità operativa deve essere dimostrato in sede di concessione o di erogazione del primo contributo.

Uno stesso soggetto può presentare una sola domanda l’anno.

» DURATA

Gli interventi dovranno essere avviati entro 3 mesi dalla data di decreto di concessione e terminati entro 3 anni dalla data di avvio.

» SPESE AMMISSIBILI

Sono ammessi progetti con una dimensione minima di 200.000 € e comunque non oltre 10 milioni €.

le spese ammissibili sono le seguenti:

  1. spese per il personale (ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario) con un costo orario ammissibile al max per 48€/h.
  2. costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti.
  3. costi degli strumenti e delle attrezzature.
  4. acquisto di materie prime, componenti, semilavorati, materiali commerciali e di uso specifico;
  5. spese generali per importo forfetario del 10% sul totale delle spese a, b, c.

» CONTRIBUTO

Per domande con importo di spesa superiore a 1 milione €, è richiesta come condizione di accesso la valutazione positiva da parte di un istituto creditizio o di una società di leasing.

Il contributo a fondo perduto è concesso in modo seguente:

  1. in conto capitale, per domande con importo di spesa fino a 1 milione €;
  2. in annualità, per domande con importo di spesa superiore a 1 milione €.

e secondo le seguenti %:

  • Piccola impresa: RI fino al 62%, SS fino al 43% + eventuali maggiorazioni;
  • Media impresa: RI fino al 57%, SS fino al 33% + eventuali maggiorazioni;
  • Grande impresa: RI fino al 48%, SS fino al 24% + eventuali maggiorazioni.

» MAGGIORAZIONI

Il contributo sarà incrementato di una ulteriore % in presenza, al momento della domanda, di almeno uno dei seguenti requisiti, fino al cumulo max del 15% per progetti relativi al Programma Pluriennale della Ricerca (PPR) o del 10% per progetti non PPR:

  • 10% se il progetto prevede una collaborazione tra imprese di cui almeno una è una PMI o se realizzato in almeno due Stati membri SEE;
  • 5% se i risultati del progetto sono diffusi fino ad un max riconoscibile di 100.000 €;
  • 5% se il beneficiario si impegna a mettere a disposizione licenze per i risultati della ricerca protette da diritti di proprietà intellettuale.

» TERMINI

Sarà possibile presentare le domande a partire dal 1° febbraio 2024. Lo sportello chiuderà alla fine dell’anno.

» VALUTAZIONE

Le domande sono esaminate secondo la procedura valutativa. La valutazione del profilo economico – finanziario viene effettuata esclusivamente per domande


SPECIALE CONTRATTI DI SVILUPPO

error: