MiSE – IPCEI infrastrutture e Servizi Cloud – Invito a manifestare interesse

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – Invito a manifestare interesse per un Importante Progetto di Interesse Comune Europeo (IPCEI) nella catena strategica del valore delle infrastrutture e Servizi Cloud

TIPOLOGIA: BANDO

La manifestazione di interesse si è chiusa, come previsto, il 14 maggio 2021.

» OGGETTO

Il Ministero dello Sviluppo Economico è impegnato, con il Ministero per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, gli Stati membri dell’Unione Europea e la Commissione Europea, nella costruzione di un possibile Importante Progetto di Interesse Comune Europeo (IPCEI) lungo la catena strategica del valore delle infrastrutture e Servizi Cloud (CIS).

Sono pertanto invitate le imprese che intendano presentare formale manifestazione di interesse per un loro progetto su Infrastrutture e Servizi Cloud, ad inviare la propria manifestazione di interesse via pec, nei termini descritti in calce.

Per l’IPCEI su infrastrutture e Servizi Cloud sono individuate come ammissibili, nell’attuale fase preliminare, le seguenti aree progettuali:

  1. Infrastructure
  2. Cloud Platform and Services
  3. Cloud Edge Continuum

I termini di specifica applicazione sono i seguenti:

  • Data/Communication
  • Data Protection
  • Cybersecurity and Threat Intelligence
  • Smart home/office/mobility
  • Energy efficiency and environment sustainability
  • Industrial Automation
  • Aerospace/Defence
  • Finance
  • Manufacturing
  • Healthcare
  • Others

» CARATTERISTICHE DEL PROGETTO

Le manifestazioni di interesse devono essere presentate da singole imprese e riguardare progetti concreti altamente innovativi, compresi negli ambiti sopra descritti. Queste condizioni sono necessarie perché il proprio progetto sia selezionato da parte del Ministero.

Il progetto d’investimento deve attuarsi in Italia, avere un significativo e dirompente contenuto di innovatività e andare oltre lo stato dell’arte a livello mondiale.

Il progetto dovrà avere una importante fase di R&S&I (Ricerca, Sviluppo e Innovazione), e potrà avere una prima fase di sviluppo industriale di nuove tecnologie o prodotti (il primo sviluppo industriale si riferisce alla transizione da impianti pilota a impianti su larga scala o alle prime attrezzature e impianti del loro genere che coprono le fasi successive alla linea pilota, compresa la fase sperimentale). Le successive fasi di produzione di massa e le attività commerciali devono essere incluse nel progetto ma non sono ammissibili per ricevere contributi pubblici.

» SOGGETTI AMMESSI

L’azienda deve operare in un settore industriale coinvolto nella catena strategica del valore in ambito digitale, e in particolare relativo alle infrastrutture e Servizi Cloud.

» CONTRIBUTO

In questo stadio non vi è alcun sostegno finanziario: il progetto proposto dall’impresa potrà essere finanziato dalle autorità italiane solo se entrerà a far parte di un IPCEI nell’ambito di questa iniziativa, e in ogni caso ove considerato di rilevante interesse nazionale. L’aiuto potrebbe in tal caso raggiungere il 100% dei costi ammissibili entro i limiti del funding gap.

» TERMINI E PROCEDURA

Entro e non oltre il 14 maggio 2021 deve essere inviata via PEC al MiSE la manifestazione di interesse, attraverso la puntuale compilazione della scheda progetto (consigliata la lingua inglese), fornita dal Ministero.

Ogni impresa partecipa all’IPCEI – una volta avviata la fase di prenotifica di ogni singolo progetto – dovrà presentare al MiSE e alla Commissione Europea il proprio progetto in forma più esaustiva.


Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

MiSE: Bando Digital Transformation delle PMI

TIPOLOGIA: sportello

OGGETTO

Il Decreto direttoriale 9 giugno 2020 disciplina l’intervento agevolativo sulla Digital Transformation istituito all’articolo 29, commi da 5 a 8, del Decreto crescita, finalizzato a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese attraverso la realizzazione di progetti diretti all’implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0 nonché di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera.

Per questa misura agevolativa sono stati stanziati 100 milioni di euro dal Decreto Crescita, con l’obiettivo di sostenere la Digital Transformation delle PMI nel settore manifatturiero e in quello dei servizi diretti alle imprese, nel settore turistico per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali e nel settore del commercio, contribuendo così agli obiettivi di innovazione e di crescita di competitività dell’intero tessuto produttivo del Paese.

PROGETTI AMMISSIBILI

Sono agevolati progetti per un importo non inferiore a 50 mila euro e non superiore a 500 mila euro, che possono essere presentati sia da PMI singole che associate, fino a 10 soggetti aderenti, mediante contratti di rete o altre forme di collaborazione in cui figuri, come capofila, un DIH – Digital Innovation Hub o un EDI – ecosistema digitale per l’innovazione.

La Digital Transformation riguarda tutte le tecnologie più avanzate quali advanced manufacturing solutions, additive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics, software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica, e-commerce, sistemi di pagamento mobile e via internet, fintech, sistemi elettronici per lo scambio di dati geolocalizzazione, tecnologie per l’in-store customer experience, system integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.

 CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse, sulla base di una percentuale nominale dei costi e delle spese ammissibili pari al 50 percento, articolata come segue:

– 10 percento sotto forma di contributo;

– 40 percento come finanziamento agevolato.

 TEMPISTICHE

Le domande di agevolazione, redatte in lingua italiana, devono essere presentate a decorrere dalle ore 12.00 del 15 dicembre 2020, e devono essere compilate esclusivamente in forma elettronica, utilizzando la procedura informatica che può essere raggiunta dal sito www.mise.gov.it e dal sito www.invitalia.it.

Le domande di agevolazione sono ammesse alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione.


Innovazione & Finanza srl

contatti

Via Rosario Livatino, 9
42124 Reggio nell'Emilia
+39 0522 272976

per iscriversi alla nostra newsletter

siamo anche su

© Innovazione & Finanza s.r.l.
P. IVA 02284030356
Siamo online dal 2009.

made by VM