Bando reti di imprese per l’artigianato digitale (scaduto)

Ministero dello Sviluppo Economico

bando chiuso BANDO RETI DI IMPRESE PER L’ARTIGIANATO DIGITALE E MANIFATTURA SOSTENIBILE

TIPOLOGIA: procedura valutativa

SCADUTO

finalità OGGETTO
Concessione ed erogazione di agevolazioni in favore di aggregazioni di imprese riunitesi allo scopo di promuovere attività innovative nell’ambito dell’artigianato digitale e della manifattura sostenibile.I programmi ammissibili alle agevolazioni devono essere finalizzati alla:

  • creazione di centri di sviluppo di software e hardware a codice sorgente aperto per la crescita e il trasferimento di conoscenze alle scuole, alla cittadinanza , agli artigiani e alle microimprese;
  • creazione di centri per l’incubazione di realtà innovative nel mondo dell’artigianato digitale;
  • creazione di centri per servizi di fabbricazione digitale rivolti ad artigiani e microimprese;
  • messa a disposizione di nuove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulle tecnologie di fabbricazione digitale;

I programmi devono prevedere lo sviluppo, la condivisione e la fruizione di tecnologie digitali per la fabbricazione di nuovi prodotti e la promozione di processi produttivi e commerciali non convenzionali, in particolare attraverso la realizzazione delle seguenti attività:

  • ricerca e sviluppo di software e hardware di fabbricazione digitale;
  • condivisione in modalità “open” di informazioni, documentazione e dati inerenti a processi progettuali e produttivi, anche attraverso l’utilizzo di servizi digitali, con particolare riferimento a quelli erogati in modalità “cloud”;
  • messa a disposizione di tecnologie e servizi di fabbricazione digitale al fine di facilitare il passaggio dal concetto di prodotto alla sua realizzazione e vendita, con particolare riferimento a: modellizzazione e stampa 3D, strumenti di prototipazione elettronica avanzata e software dinamici, tecnologie di “open hardware”, lavorazioni digitali quali il taglio laser e la fresatura a controllo numerico;
  • diffusione delle nuove tecnologie digitali di fabbricazione e commercializzazione presso Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo, che hanno sottoscritto accordi di collaborazione.

I programmi devono inoltre prevedere forme di collaborazione con presso Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo ed essere localizzati sul territorio nazionale.

soggetti ammessi SOGGETTI AMMISSIBILI

Reti di imprese (Associazioni temporanee di imprese, Raggruppamenti temporanei di imprese, Contratti di rete) ovvero Consorzi:

  • costituiti da almeno 15 imprese;
  • vedano al loro interno la presenza di imprese artigiane ovvero microimprese in misura almeno pari al 50% dei partecipanti.
DURATA

I programmi devono essere avviati dopo la presentazione della domanda, purchè sia stata formalmente costituita la Rete di Imprese, e comunque non oltre i 60 giorni successivi alla data di ricezione del decreto di concessione delle agevolazioni.I programmi dovranno prevedere una durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione del suddetto decreto.

SPESE AMMISSIBILI

I programmi devono prevedere spese ammissibili non inferiori a euro 1.400.000,00 al netto di IVA relative a:

  1. beni strumentali nuovi di fabbrica;
  2. componenti harware e software;
  3. attività di ricerca e sviluppo di software e hardware di fabbricazione digitale;
  4. consulenze tecnico-specialistiche e servizi equivalenti, limitatamente al 30% dell’importo complessivo del programma;
  5. canoni di locazione degli immobili;
  6. oneri finanziari sui finanziamenti bancari concessi al beneficiario, nel limite massimo del 10% dell’importo complessivo del programma;
  7. realizzazione di prodotti editoriali finalizzati alla diffusione delle nuove tecnologie di fabbricazione e vendita digitale presso Istituti di ricerca pubblici, Università, Istituzioni scolastiche autonome, Imprese ed Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.
DOTAZIONE

La risorse stanziate ammontano a 9,06 milioni di euro.

contributo CONTRIBUTO

Le agevolazioni concedibili consistono in una sovvenzione parzialmente rimborsabile (finanziamento a tasso zero da restituire in quota parte) di importo pari al 70% delle spese ammissibili, nel limite di quanto previsto dal Regolamento de minimis.La sovvenzione parzialmente rimborsabile è restituita dal Beneficiario in misura pari all’85% della medesima sovvenzione. La parte di sovvenzione da restituire è rimborsata, senza interessi, secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti scadenti, a condizione che siano trascorsi almento tre mesi dall’erogazione dell’ultima quota a saldo dell’agevolazione, il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno, per un numero massimo di 10 quote di restituzione. La parte di sovvenzione non rimborsabile è concessa a titolo di contributo in conto impianti e/o gestione.

TERMINI E PROCEDURA

I termini per la presentazione delle domande sono stati fissati a partire dalle ore 10:00 del 1° luglio 2015 e fino alle ore 12:00 del 25 settembre 2015.Le domande devono essere trasmesse tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: dgiai.artigianatodigitale@pec.mise.gov.it.

[attachments template=custom include=”6088″]

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]