CCIAA Reggio Emilia: Bando Innovazione 2015 (scaduto)

cciaa_reggio_emilia

bando aperto Bando per sostegno all’innovazione – Anno 2015

TIPOLOGIA: bando

SCADUTO

finalità

OGGETTO

Verranno ammessi i seguenti investimenti:

  1. inserimento di metodologie di progettazione automatica collegata col processo produttivo (CAD);
  2. inserimento di tecniche di automazione di fabbrica supportate da elaboratore (CAM);
  3. inserimento di tecniche per il controllo globale della qualità del prodotto;
  4. inserimento di nuove tecnologie all’interno di processi o prodotti tradizionali tecnologicamente maturi;
  5. rinnovo per l’ammodernamento di macchinari ed impianti tecnologici;
  6. inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazioni innovativi (esclusa la creazione di siti internet e l’applicazione della normativa sulla privacy);
  7. installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza);
  8. installazione di impianti idrosanitari nonché di trasporto, di trattamento, di uso, di accumulo e di consumo di acqua all’interno degli edifici a partire dal punto di consegna dell’acqua fornita dall’ente distributore. Tali investimenti saranno ammissibili esclusivamente per le imprese identificate dai codici ATECO 2007 n. 56.1 (ristoranti e
    attività di ristorazione)
soggetti ammessi SOGGETTI AMMESSI

I soggetti ammissibili sono PMI con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia.

SOGGETTI NON AMMESSI

Sono escluse le Grandi Imprese.

DURATA

Le spese sono ammissibili a partire dal 1 aprile 2015 e fino al 31 dicembre 2015.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse ad agevolazione le tipologie di spese seguenti:

  1. costo di acquisto di impianti e macchinari (compreso software);
  2. costi di installazione, personalizzazione e messa a regime dei beni acquistati;
DOTAZIONE

Le risorse stanziate sono pari a 1.800.000 €, di cui massimo 50.000 € sono desitnati alla misura h) descritta nella sezione OGGETTO.

contributo

CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse secondo il regime de minimis, che comporta che l’importo complessivo deli aiuti ad una medesima impresa, congiuntamente con altre imprese eventualmente collegate (impresa unica), non debba superare i 200.000 € nell’arco di tre esercizi finanziari.

Il contributo riconoscibile è pari al 30% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto fino al valore massimo di contributo pari a 12.000 €.

Il valore minimo ammissibile a contributo è pari a € 3.000 €.

MAGGIORAZIONI

La percentuale di contribuzione è elevata al 40% nel caso in cui l’impresa richiedente risponda ai criteri di impresa femminile e/o giovanile fermo restando il valore massimo del contributo erogabile di 12.000 €.

VALUTAZIONE

L’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili previa verifica di ammissibilità.

L’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato dall’ordine crescente dell’investimento ammesso a contribuzione.

TERMINI

apertura: 8 giugno 2015
scadenza: 26 giugno 2015

PROCEDURA

Le domande di contributo devono essere presentate in via telematica con firma digitale presso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov.

 [attachments template=custom include=”6043″]

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]