CCIAA Reggio Emilia: Bando sostegno ai progetti europei (scaduto)

cciaa_reggio_emilia

bando aperto Bando contributi per sostegno alla partecipazione delle imprese a programmi di ricerca, innovazione e competitività presentati a valere sui fondi a gestione diretta erogati dalla Commissione Europea e sul Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna POR-FESR 2014-2020

TIPOLOGIA: bando

SCADUTO

finalità

OGGETTO

Gli interventi ammessi a contributo riguardano attività finalizzate alla sottomissione di proposte progettuali di ricerca, innovazione, competitività, a valere sui fondi comunitari ad erogazione diretta per le imprese (Horizon 2020, COSME, etc), nonché sui bandi del Programma Operativo Regionale della Regione Emilia-Romagna POR – FESR 2014-2020.

La partecipazione delle imprese beneficiarie del contributo nell’ambito di tali proposte progettuali potrà avvenire nelle seguenti modalità:
– coordinamento di progetto presentato come singolo proponente;
– coordinamento del consorzio proponente di progetto;
– partecipazione in qualità di partner ai consorzi proponenti di progetto.

soggetti ammessi SOGGETTI AMMESSI

I soggetti ammissibili sono:

  • le PMI, in forma singola e aggregata* con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia;
  • i consorzi d’imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia.

L’eventuale unità operativa nella provincia di Reggio Emilia dovrà essere iscritta al REA da almeno 12 mesi al momento della presentazione della domanda e con esclusione di unità locali qualificate come magazzino o deposito.

*Per imprese aggregate si intende qualunque forma di condivisione del progetto, da parte di almeno tre imprese – non legate da rapporti di controllo o collegamento o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza -, anche senza il ricorso a forme giuridicamente riconosciute purché in forma scritta. Non sono ammesse sostituzioni di imprese nelle aggregazioni dopo la presentazione della domanda.

SOGGETTI NON AMMESSI

Sono esclusi progetti presentati da Grandi Imprese.

In caso di aggregazione, quest’ultima dovrà essere costituita in maggioranza numerica da imprese con sede legale e/o unità operativa in provincia di Reggio Emilia (almeno tre imprese): è consentita in questo caso l’adesione al progetto ad imprese aventi sede legale e/o unità operativa in altre province. Queste ultime non potranno in nessun caso essere beneficiarie dei contributi.

DURATA

Le spese sono ammissibili a partire dal 1 aprile 2015.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese relative a costi di consulenza ed assistenza tecnica, direttamente prestate a favore dei soggetti richiedenti ammessi e riferiti in particolare ad attività di progettazione, redazione e presentazione delle proposte progettuali, a valere sui fondi ad erogazione diretta per le imprese quali ad esempio H2020 e COSME, nonché sui bandi del Programma Operativo Regionale (POR-FESR) della Regione Emilia-Romagna 2014-2020 nel
rispetto delle tempistiche e delle modalità previste dalle linee guida di ogni singola misura.

Rientrano nelle tipologia di spese ammissibili:

  • analisi del contesto e dei fabbisogni dell’impresa;
  • sviluppo dell’idea progettuale, analisi di impatto e verifica della sua fattibilità e sostenibilità;
  • predisposizione della proposta tecnica;
  • supporto nella definizione del budget individuale e/o complessivo del progetto;
  • verifica dei parametri di affidabilità economico-finanziaria dell’impresa (ove richiesta);
  • redazione e/o revisione del Consortium Agreement;
  • ricerca partner;
  • traduzione ed interpretariato.

Nel caso di presentazione di proposte con modalità a due stadi, sono considerate ammissibili le spese per la redazione di entrambe le proposte.

Il raggiungimento della valutazione positiva del progetto da parte della Commissione Europea o della Regione Emilia-Romagna è condizione necessaria per l’erogazione del contributo.

DOTAZIONE

Le risorse stanziate sono pari a 200.000 €

contributo

CONTRIBUTO

Le agevolazioni sono concesse secondo il regime de minimis, che comporta che l’importo complessivo degli aiuti ad una medesima impresa, congiuntamente con altre imprese eventualmente collegate (impresa unica), non debba superare i 200.000 € nell’arco di tre esercizi finanziari.

Il contributo riconoscibile è pari al 40% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto fino al valore massimo di contributo pari a 10.000 €.

MAGGIORAZIONI

La percentuale di contribuzione è elevata al 50% nel caso in cui l’impresa richiedente risponda ai criteri di impresa femminile e/o giovanile fermo restando il valore massimo del contributo erogabile di 10.000 €.

VALUTAZIONE

L’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili sulla base dell’ordine cronologico di spedizione delle domande, previa verifica di ammissibilità.

L’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato in base all’ordine cronologico di spedizione della domande a partire dal giorno di apertura del bando.
Tra le domande eventualmente aventi la stessa data di invio la posizione in graduatoria sarà determinata sulla base dell’ordine crescente dell’ammontare dell’investimento ammesso a contribuzione. In caso di ulteriore parità sarà operati un riparto proporzionale.

TERMINI

apertura: 1 giugno 2015
scadenza: 31 dicembre 2015

PROCEDURA

Le domande di contributo devono essere presentate in via telematica con firma digitale presso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov.

[attachments template=custom include=”6047″]

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]