EMILIA ROMAGNA – Bando per attrattività turistica, commerciale e culturale (scaduto)

bando chiuso

POR FESR 2014-2020  – Asse 3 – Bando per il sostegno di progetti rivolti a migliorare l’attrattività turistico-culturale del territorio attraverso la qualificazione innovativa delle imprese operanti nell’ambito turistico, commerciale e culturale/creativo
TIPOLOGIA: bando

 

finalitàOGGETTO

La Regione intende finanziare – con contributi a fondo perduto – progetti finalizzati alla promozione e all’accrescimento dell’attrattività turistica e culturale e della domanda di fruizione del territorio – anche al fine di generare nuova occupazione – tramite la riqualificazione innovativa delle imprese turistiche, commerciali e culturali e l’offerta di nuovi servizi/prodotti innovativi nonché la valorizzazione degli attrattori culturali dell’Emilia-Romagna.
In particolare, i progetti oggetto di finanziamento dovranno contribuire a creare nuove opportunità di sviluppo e di occupazione qualificata in attività turistico/culturali per la valorizzazione intelligente del territorio tramite la realizzazione d’interventi che:

  • dovranno prioritariamente contribuire, per la componente turistica, alla Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente, e quindi al rafforzamento competitivo della Regione negli ambiti produttivi in
    essa individuati, cogliendo in particolare le seguenti priorità tematiche:

    • wellness (turismo balneare, sportivo, emozionale, relax, salute e corretti stili di vita);
    • valorizzazione del patrimonio culturale, ambientale e delle città;
    • promozione del turismo sostenibile e inclusivo;
    • valorizzazione e promozione dell’enogastronomia e delle tradizioni produttive artigianali e locali;
    • valorizzazione e promozione della cultura e delle tradizioni culturali, produttive e artigianali
      locali;
  • dovranno caratterizzarsi, dal punto di vista innovativo, e a seconda delle diverse tipologie, per almeno uno dei seguenti aspetti:
    • un elevato contenuto creativo e/o di design;
    • l’utilizzo delle tecnologie e delle applicazioni digitali;
    • l’utilizzo di soluzioni tecnologiche avanzate;
    • il collegamento e rapporto con processi di filiera nella logica di integrazione;
    • l’applicazione di modelli innovativi rispetto alla comunicazione, alla promozione, alla innovazione sociale, alla inclusione e all’integrazione;
    • attivazione o incentivazione di nuovi segmenti di domanda;

Sono previste tre diverse tipologie di progetti:

Misura A
Progetti innovativi per la valorizzazione del settore ricettivo
I progetti devono essere finalizzati alla qualificazione e alla valorizzazione delle destinazioni e dei prodotti turistici e della capacità attrattiva del territorio dell’Emilia-Romagna attraverso la realizzazione d’interventi di riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta e/o finalizzati all’offerta o all’ampliamento di nuovi servizi e/o prodotti nell’ambito delle stesse.

Misura B
Progetti innovativi per la valorizzazione del settore del commercio e dei pubblici esercizi.
I progetti devono essere finalizzati alla qualificazione e alla valorizzazione delle destinazioni e dei prodotti turistici e della capacità attrattiva del territorio dell’Emilia-Romagna attraverso la realizzazione d’interventi di riqualificazione delle strutture in cui si esercitano attività di commercio al dettaglio in sede fissa, pubblici esercizi e attività di commercio su aree pubbliche all’interno di mercati stabili e/o finalizzati all’offerta o all’ampliamento di nuovi servizi e/o prodotti nell’ambito delle stesse.

Misura C
Progetti innovativi per la valorizzazione degli attrattori culturali del settore cinematografico, teatrale, musicale e artistico del territorio dell’Emilia-Romagna e per la creazione di nuovi musei d’impresa.
I progetti finanziati devono essere finalizzati:

  • all’ampliamento e alla valorizzazione dell’offerta culturale dell’Emilia-Romagna attraverso la realizzazione d’interventi di riqualificazione e offerta di nuovi servizi/prodotti in sale e strutture adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche;
  • alla trasmissione dei valori e della cultura di impresa, attraverso la creazione, all’interno dei luoghi aziendali:
    • di specifici musei in cui siano raccolti e conservati gli oggetti, gli strumenti, i macchinari, le immagini, i prodotti rappresentativi dell’identità e della storia aziendale;
    • di percorsi di visita e/o partecipazione al processo produttivo;

I progetti possono essere presentati in forma singola o aggregata, tramite la costitutuzione di ATI (già costituite al momento della domanda e formate da almeno 3 imprese indipendenti)  e/o di Reti di imprese.

 

soggetti ammessiSOGGETTI AMMESSI

Misura A:

  • Imprese individuali, società (di persone, di capitale, cooperative) con caratteristiche di PMI che:
    • gestiscono a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, le strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta di cui alla L.R. 16/2004, articolo 4, commi 6 e 7;
    • sono proprietarie delle strutture ricettive alberghiere e all’aria aperta oggetto dell’intervento, che, al momento della richiesta del saldo del contributo, dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico.

Misura B:

  • Imprese individuali, società (di persone, di capitale, cooperative) con caratteristiche di PMI che:
    • gestiscono a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche;
    • sono proprietarie di sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche, che, al momento della richiesta del saldo del contributo, dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico;
  • Gli assegnatari, in regime di concessione, di posteggi per la vendita al pubblico in aree mercatali stabili, per interventi da realizzare a beneficio della collettività degli operatori

Misura C:

  • Imprese individuali, società (di persone, di capitale, cooperative) le fondazioni e le associazioni, entrambe non partecipate da soggetti pubblici, con caratteristiche di PMI che:
    • gestiscono a titolo di proprietà o in virtù di un contratto di affitto o di un’altra tipologia di contratto riconosciuta nell’ordinamento giuridico, sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche;
    • sono proprietarie di sale adibite a rappresentazioni cinematografiche, teatrali, musicali e artistiche, che, al momento della richiesta del saldo del contributo, dovranno risultare in esercizio e aperte al pubblico;
  • Imprese individuali, e/o società (di persone, di capitale, cooperative) con caratteristiche di PMI che che intendono creare, all’interno dei locali aziendali, un nuovo museo d’impresa e/o percorsi di visita e/o partecipazione al processo produttivo.

 

DURATA
I progetti dovranno essere avviati dalla data di presentazione della domanda di contributo e realizzati secondo il seguente cronoprogramma:

  1. il 60% degli interventi previsti nei progetti dovrà essere realizzato entro il 31/12/2017 e pagato entro la data del 28/02/2018;
  2. il restante 40% degli interventi previsti nei progetti dovrà essere realizzato entro il 31/12/2018 e
    pagato entro la data del 28/02/2019.

 

SPESE AMMISSIBILI

Ciascun progetto dovrà prevedere, in relazione a ciascuna Misura, i seguenti costi minimi di investimento:

MISURA A

  • € 250.000,00 per i progetti presentati in forma singola;
  • € 400.000,00 per i progetti presentati in forma aggregata;

MISURA B

  • € 50.000,00 per i progetti presentati in forma singola:
  • € 150.000,00 per i progetti presentati, in forma aggregata:

MISURA C

  • € 50.000,00, per i progetti presentati sia in forma singola che aggregata.

Per i progetti integrati, ciascun soggetto appartenente all’ATI o alla Rete di imprese deve sostenere una spesa minima di 30.000 €.

Sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

  1. spese per opere edili, murarie e impiantistiche;
  2. Spese per progettazione, direzione lavori e collaudo connessi agli interventi.
    Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 10% del totale delle spese per opere edili, murarie ed
    impiantistiche,
  3. acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture, arredi e dotazioni informatiche;
  4. acquisto di software e relative licenze d’uso, funzionali all’attività, compresi la realizzazione dei siti internet ed e-commerce, di marchi e/o brevetti;
  5. acquisto di servizi di consulenza finalizzati alla realizzazione del progetto.
    Tali spese sono riconosciute nella misura massima del 10% del totale delle spese di cui ai punti precedenti

 

DOTAZIONE
Le risorse disponibili per finanziare i progetti presentati ai sensi del presente bando sono pari a complessivi 14.891.371,63 €, e sono così ripartite:

  • € 7.500.000,00, destinati al finanziamento della Misura A;
  • € 4.500.000,00, destinati al finanziamento della Misura B;
  • € 2.891.371,63, destinati al finanziamento della Misura C.

 

contributoCONTRIBUTO

  • nel caso in cui il proponente scelga l’applicazione del regime di esenzione (art. 17, Regolamento (UE) N. 651/2014) il contributo verrà concesso:
    • nella misura massima del 20% dei costi ritenuti ammissibili, nel caso di micro e piccole imprese;
    • nella misura massima del 10% dei costi ritenuti ammissibili, nel caso di medie imprese;
  • nel caso in cui il proponente il progetto scelga l’applicazione del regime de minimis (Regolamento (UE) N. 1407/2013) il contributo verrà concesso nella misura minima del 35% e nella misura massima del 40% dei costi ritenuti ammissibili.

L’importo massimo del contributo concedibile, qualunque sia il regime di aiuto prescelto non potrà comunque
eccedere la somma complessiva di 200.000 €

VALUTAZIONE

La procedura di selezione dei progetti proposti sarà di tipo valutativo a graduatoria.

L’iter del procedimento istruttorio delle domande si articola nelle seguenti fasi:

  1. istruttoria di ammissibilità formale e sostanziale;
  2. valutazione di merito del progetto;
  3. formazione della graduatoria.

TERMINI
Le domande potranno essere presentate tra il 10 gennaio 2017 e il 28 febbraio 2017.

PROCEDURA

Le domande di contributo dovranno essere compilate ed inviate esclusivamente per via telematica, tramite
l’applicazione web SFINGE 2020.

 

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva