EMILIA ROMAGNA: fondo di garanzia per start-up o spin-off

bando aperto EMILIA ROMAGNA: Sostegno a nuove iniziative imprenditoriali – Creazione di nuove imprese e ricambio generazionale
Misura 4.2 – Azione A – Programma triennale 2003-2005

TIPOLOGIA: concessione di garanzie per l’accesso al credito

OGGETTO

Costituzione di un fondo di garanzia regionale per l’accesso al credito che intende favorire la nascita di nuove imprese attraverso spin-off aziendali o universitari con priorità per le imprese femminili (secondo la definizione della Legge 215/92) e giovanili (secondo la definizione della Legge 44/85).

Il fondo interviene, inoltre, a sostegno delle spese di avviamento e di primo investimento nel caso di avvenute operazioni di trasmissione di impresa a favore di dipendenti o altri soggetti non consanguinei, non titolari o soci di imprese esistenti, che determinino la creazione di una nuova impresa femminile, oppure di una impresa giovanile.

SOGGETTI AMMESSI

PMI industriali, cooperative ed artigiane con sede legale e operativa in Emilia Romagna. Le imprese di nuova costituzione devono essere iscritte al Registro Imprese/Artigiani da non piu’ di 12 mesi al momento della presentazione della domanda.

SOGGETTI NON AMMESSI

Il finanziamento e’ attualmente sospeso per le imprese cooperative.

FINANZIAMENTO

Il fondo di garanzia opera mediante la concessione di garanzie a valere su finanziamenti bancari a medio o lungo termine concessi per operazioni di consolidamento di passività a breve termine o su prestiti partecipativi.

Le operazioni bancarie ammissibili non devono essere superiori a 150.000, elevati a 250.000 qualora la neoimpresa operi in settori hi-tech. Il tasso massimo a cui vanno concessi i finanziamenti e pari all’Euribor 6 mesi + 1,00. Le garanzie verranno concesse in misura variabile tra il 60% ed il 90% dell’importo del finanziamento. Per le neoimprese artigiane la misura minima è elevata al 70%.

I Consorzi fidi provvedono ad istruire le domande di garanzia secondo l’ordine cronologico di arrivo provvedendo a redigere graduatorie trimestrali.

Esclusivamente per la misura 4.2 si prevede il seguente ordine di priorità:

  1. imprese femminili ai sensi della legge 215/92;
  2. imprese giovanili come individuate dalla Legge 44/85 e successive modificazioni ed integrazioni;
  3. altre imprese.
TERMINI
PROCEDURA

Modulo di domanda + allegati da spedire via raccomandata a/r presso le sedi dei consorzi fidi e delle cooperative artigiane di garanzia.