EMILIA-ROMAGNA: contributi per iniziative di partecipazione fieristica (scaduto)

bando chiuso BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DI INIZIATIVE DI PARTECIPAZIONE FIERISTICA – In attuazione dell’attività 4.2 del programma regionale attività produttive 2012-2015 – Annualità 2015

TIPOLOGIA: sportello

SCADUTO

finalità OGGETTO

Sostegno alla partecipazione, da parte di PMI regionali, in forma singola o costituite in ATI, a fiere internazionali nei mercati esteri.

Le domande devono prevedere la partecipazione diretta come espositori o organizzatori ad un minimo di 3 eventi di promozione da svolgersi nel corso del 2016 esclusivamente all’estero, di cui almeno una fiera con qualifica internazionale.

E’ possibile partecipare anche a più edizioni della medesima fiera, da tenersi in differenti periodi dell’anno.

Per evento internazionale, diverso dalle manifestazioni fieristiche, si intende una delle seguenti manifestazioni o attività da tenersi comunque all’estero: B2B, visite aziendali, forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room, manifestazioni analoghe organizzate dal richiedente o alle quali il richiedente aderisce.

soggetti ammessi SOGGETTI AMMESSI

Possono presentare domanda di contributo le PMI:

  1. aventi sede legale in Regione Emilia Romagna, in forma singola.
  2. aventi sede legale in Emilia Romagna, aggregate in Associazione Temporanea di Impresa (ATI), composta da un minimo di 3 imprese fra loro assolutamente indipendenti. Le imprese, cioè, non devono essere tra loro associate o collegate, né avere soci in comune. Non sono ammesse ATI con quote di partecipazione delle imprese inferiori al 10%.

Le imprese devono essere attive da almeno due anni (cioè da prima del 31/12/2013).

Ogni impresa, singola o costituita in ATI, può presentare una sola domanda.

SOGGETTI NON AMMESSI

Sono esclusi:

  1. le Grandi Imprese.
  2. i seguenti settori d’attività (classificazione ISTAT ATECO 2007):
  • SEZIONE A – agricoltura, silvicoltura e pesca
  • SEZIONE B – estrazione di minerali da cave e miniere
  • SEZIONE G – commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
  • SEZIONE I – attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
  • SEZIONE J – servizi di informazione e comunicazione, tranne: attività editoriali; attività di produzione cinematografica, di video, e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore; produzione di software, consulenza informatica e attività connesse; servizi di informazione e altri servizi informatici
  • SEZIONE K – attività finanziarie e assicurative
  • SEZIONE L – attività immobiliari
  • SEZIONE M – attività professionali, scientifiche e tecniche, tranne: attività di consulenza gestionale; attività degli studi di architettura e di ingegneria; collaudi e analisi tecniche; ricerca scientifica e sviluppo; attività di design specializzate
  • SEZIONE N – noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
  • SEZIONE O – amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
  • SEZIONE P – istruzione
  • SEZIONE Q – sanità e assistenza sociale
  • SEZIONE R – attività artistiche, sportive, di intrattenimento e divertimento
  • SEZIONE S – altre attività di servizi
  • SEZIONE T – attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
  • SEZIONE U – organizzazioni ed organismi extraterritoriali
DURATA

L’ammissibilità delle spese decorre dalla data di presentazione della domanda e comunque da non prima del 01/01/2016.

A tale scopo si terrà conto della data di emissione delle fatture che non potrà essere precedente al 01/01/2016, salvo anticipi dovuti esclusivamente alla prenotazione degli spazi espositivi di eventi che si svolgeranno nel 2016 e del loro allestimento.

La data di emissione delle fatture non dovrà inoltre essere successiva al 31/12/2016.

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili comprendono:

Spese ammissibili sia in caso di partecipazione di impresa individuale che ATI:

1. Partecipazione ad eventi all’estero, comprendente:

  • il costo dell’area espositiva e del suo allestimento; si precisa che in caso di partecipazione fieristica di ATI la partecipazione dovrà essere realizzata tramite stand in forma aggregata. Solo se il regolamento di partecipazione della fiera prescelta non consente la partecipazione in un unico stand a imprese diverse della medesima aggregazione, tale motivazione andrà specificata puntualmente e documentata in sede di rendicontazione
  • il trasporto dei materiali e dei prodotti, compresa l’assicurazione ed esclusi gli oneri doganali
  • il costo di hostess e interpreti
  • il costo di consulenze esterne finalizzate esclusivamente alla partecipazione fieristica o alla organizzazione e realizzazione di eventi, nel limite massimo del 10% della somma delle precedenti voci di spesa ammesse. Si precisa che, in caso di ATI, il consulente dovrà svolgere la prestazione per tutte le imprese associate

2. Spese per consulenze finalizzate alla registrazione e alla protezione del marchio nei mercati in cui si svolgono le fiere o gli eventi promozionali oggetto di contributo

3. Spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione nei mercati in cui si svolgono le fiere o gli eventi promozionali oggetto di contributo

Spese ammissibili esclusivamente in caso di partecipazione in ATI:

1. il costo per la produzione di materiali promozionali comuni, ad esclusione della manualistica tecnica, nel limite massimo di euro 10.000

2. spese di coordinamento nell’importo forfettario massimo del 15% della somma delle altre spese ammesse

 

Non sono ammesse le seguenti tipologie di spesa:

  • spese di personale della/e impresa/e beneficiarie
  • spese generali
  • spese per consulenze continuative e/o periodiche, né attinenti ai costi di esercizio ordinari delle imprese connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità
  • spese di viaggio e di soggiorno
  • esclusivamente per le ATI: spese per materiali promozionali delle singole imprese partecipanti
contributo CONTRIBUTO

1. Nel caso di domanda presentata da singole PMI

La spesa ammissibile non potrà essere inferiore a euro 20.000 e non potrà superare euro 100.000; il contributo sarà pari al 30% della spesa ammissibile

2. Nel caso di domanda presentata da ATI

La spesa ammissibile non potrà essere inferiore a euro 100.000 e non potrà superare euro 200.000; il contributo sarà pari al 45% della spesa ammissibile.

VALUTAZIONELa procedura di selezione delle domande sarà “a sportello”, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

L’istruttoria delle domande verrà svolta da un Nucleo di valutazione nominato dal Direttore Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo che provvederà a verificare:

  • il rispetto della scadenza per l’inoltro della domanda;
  • la completezza dei contenuti, la regolarità formale e sostanziale della documentazione prodotta nonché la sua conformità a quanto richiesto dalla normativa di riferimento, dal bando e dai suoi allegati;
  • la sussistenza dei requisiti oggettivi previsti dalla normativa di riferimento, dal bando e dai suoi allegati;
  • l’ordine cronologico di arrivo delle istanze;
  • l’ammissibilità, congruità e coerenza delle spese;

Nella formazione della graduatoria il possesso del rating di legalità costituirà elemento che, a parità di ordine di arrivo tra due imprese, inserite nel Registro delle imprese da almeno 2 anni e con fatturato minimo di 2 milioni di euro, costituirà motivo di priorità.

In caso di fondi insufficienti, a parità di ordine di arrivo, si darà priorità ai progetti che indicano almeno una fiera in un paese non appartenente all’Unione Europea.

TERMINI

Apertura: ore 12 del 14 dicembre 2015
Scadenza: ore 12 del 25 febbraio 2016

PROCEDURA

Il bando sarà aperto “a sportello” con decorrenza dalle ore 12.00 del 14/12/2015 (lunedì successivo alla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale Regionale) alle ore 12.00 del 25/02/2016.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate utilizzando esclusivamente la posta elettronica certificata (PEC), al seguente indirizzo: sportelloestero@postacert.regione.emilia-romagna.it.

La domanda di partecipazione deve essere redatta utilizzando i moduli allegati al bando, disponibili anche on line nel sito internet http://imprese.regione.emilia-romagna.it/internazionalizzazione.

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]