Eurostars – Programma Europeo R&S per PMI (scaduto)

bando aperto EUROSTARS: Programma Europeo di R&S per PMI innovative 
TIPOLOGIA: bando
OGGETTO 
Eurostars è un programma basato sull’art. 169 del Trattato dell’UE, rivolto al sostegno della ricerca industriale delle piccole e medie imprese Europee aventi proprie capacità di ricerca. Eurostars nasce dalla collaborazione tra l’iniziativa EUREKA ed il 7PQ.
Eurostars ha come principali obiettivi:

a) Incoraggiare le PMI a sviluppare nuove attività produttive basate sui risultati dei progetti di R&S.
b) Creare una rete internazionale di supporto alle attività di ricerca delle PMI
c) Aiutare le PMI a sviluppare rapidamente nuovi prodotti, processi e servizi per il mercato .

Il programma Eurostars manterrà l’approccio bottom-up, e tutte le caratteristiche tipiche dei progetti EUREKA. Non ci saranno quindi aree tematiche privilegiate o escluse, tranne che per le applicazioni militari.
Le principali caratteristiche di un progetto Eurostars sono: deve essere un progetto di R&S innovativo mirante a sviluppare un prodotto, un processo o un servizio destinato al mercato; deve essere condotto in collaborazione da almeno due soggetti diversi di due nazioni diverse, il leader deve essere una PMI innovativa e almeno la metà dei costi del progetto deve essere sostenuta da PMI innovative.

SOGGETTI AMMESSI 

PMI o Grandi Imprese appartenenti ad un paese europeo che investano almeno il 10% in attività di ricerca. Il progetto deve coinvolgere almeno due soggetti di due differenti paesi membri  del programma Eurostars. Il capogruppo deve avere una significativa attività di R&S.
Il ruolo delle PMI deve comunque essere significativo: almeno il 50% dei costi totali del progetto relativi ad attività di R&S devono essere sostenuti da una PMI innovativa.

AI sensi del DM  593/2000   le Università, gli Enti Pubblici di Ricerca e  gli Organismi di Ricerca che soddisfano le condizioni di cui al DM 2 gennaio 2008 sono eleggibili solo se, per la parte italiana presentano  domanda di finanziamento insieme a un soggetto di cui art. 5  comma 1 lettera a,b,c,d. del DM 593, ovvero:

a. imprese che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e/o di servizi;
b. imprese che esercitano attività di trasporto per terra, per acqua o per aria;
c. imprese artigiane di produzione di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;
d. centri di ricerca con personalità giuridica autonoma promossi da uno o più dei soggetti di cui alle precedenti lettere a), b), c);

In tal caso la partecipazione finanziaria nel progetto da parte dei soggetti di cui alle lettere a), b), c), d), deve essere superiore al 50% del costo complessivo del progetto stesso, pena l’inammissibilità della domanda.

DURATA 

Il progetto deve essere orientato al mercato ed avere una durata massima di 3 anni, con il completamento del prodotto entro il secondo anno, per il lancio sul mercato.
L’eccezione a questa regola e’ permessa ai soli progetti nelle aree delle biotecnologie, biomedicale e ricerche mediche in genere, che richiedono una sperimentazione clinica. Le sperimentazioni devono partire prima della fine del secondo anno di completamento del progetto.

SPESE AMMISSIBILI 

Si richiede un equilibrio nei costi: nessuno, che sia azienda o paese, deve sostenere più del 75% dei costi.

Le tipologie di vcosti ammissibili sono quelle riportate nel DM 2 gennaio 2008:

– Spese di personale
– Costi degli strumenti e delle attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca
– Costi dei fabbricati e dei terreni nela misura e per la durata in cui sono utilizzati esclusivamente ai fini dell’attività di ricerca
– Spese generali
– Altri costi d’esercizio

DOTAZIONE
Il costo complessivo del programma è di 800 Meuro per 7 anni (2007-2013) che per il 12,5 % sarà coperto dalla Commissione europea, il  37,5%  da Fondi Nazionali e il rimanente 50 % a carico delle imprese.  La Commissione Europea  ha stanziato complessivamente 100 Meuro.
[pl_alertbox type=”important”]Per il 2013 il budget e’ in attesa di definizione da parte del MIUR, con relativo decreto di riparto[/pl_alertbox]
contributo

CONTRIBUTO
Ai sensi  delle “Procedure operative per la valutazione ed il finanziamento dei progetti selezionati dalle JTI ARTEMIS ed ENIAC e dagli art. 169 AAL ed Eurostars”  il finanziamento è concesso solo come contributo alla spesa il 50% per attività di ricerca industriale e il 25% per sviluppo sperimentale.

VALUTAZIONE
La valutazione viene effettuata in via preliminare dal MIUR, con lo scopo di verificare l’ammissibilita’ del progetto, e successivamente tramite un panel di valutazione indipendente. Le procedure saranno ultimate nell’arco di tre mesi, dalla data di chiusura del bando.

TERMINI
Per il 2013 è stata fissata una scadenza unica al 4 aprile 2013
PROCEDURA 
1. Compilazione della domanda attraverso il formulario online preposto dall’Eureka.
2. Modulo di domanda + allegati da spedire via mail e raccomandata a/r al MIUR
[attachments size=custom label=doctitle docid=”617,616,615″]