Legge 46/82 FIT: bando Start-Up (scaduto)

bando aperto Legge 46/82 FIT: bando per imprese Start-Up

TIPOLOGIA: bando (proposta completa)

SCADUTO

OGGETTO

Attuazione degli interventi previsti per l’anno 2009, a favore di progetti proposti da start-up in settori di alta e medio-alta tecnologia, nell’ambito del Fondo per l’innovazione tecnologica di cui alla legge n. 46/1982.

Agevolazioni a favore di programmi di sviluppo sperimentale, comprendenti eventualmente anche attivita’ non preponderanti di ricerca industriale, attuati da imprese start-up,  e finalizzati alla realizzazione di innovazioni di prodotto e/o processo nei seguenti settori tecnologici:

  1. Biotecnologie, ovvero l’applicazione della scienza e della tecnologia agli organismi viventi o a loro parti, prodotti e modelli, al fine di alterare i materiali viventi e non viventi, per produrreconoscenza, beni e servizi. Sono, comunque, escluse dalle agevolazioni le attivita’ non consentite dalla vigente legislazione nazionale (come ad esempio quelle finalizzate alla produzione industriale di organismi geneticamente modificati o quelle che prevedono la manipolazione genetica di embrioni umani);
  2. ICT, limitatamente a: Internet dei contenuti (contenuti multidimensionali, multimediali e multimodali), Internet dei servizi (piattaforme aperte per servizi di «Internet del futuro») e Internet delle cose (componenti e oggetti intelligenti);
  3. materiali innovativi;
  4. sistemi robotici ad elevata interazione con l’uomo e con l’ambiente; domotica; sistemi meccatronici per la generazione, la trasmissione ed il controllo del moto;
  5. tecnologie, processi e sistemi di gestione e controllo per la produzione e l’utilizzo ecosostenibile di energia, combustibili e prodotti finiti o semilavorati, basati sullo sfruttamento di fontirinnovabili e/o sull’utilizzo di materie prime o seconde di origine naturale.
SOGGETTI AMMESSI

I soggetti indicati alle lettere a), b), c), d) dell’articolo 3 comma 1 della Direttiva 10 luglio 2008, purché siano formalmente costituiti all’atto della pubblicazione del decreto in GU (25.07.2009) e che al momento della presentazione della domanda (dal 23.09.2009) non siano costituiti da non più di 5 anni solari.In caso di domanda di finanziamento congiunta, tutti i soggetti partecipanti devono soddisfare il requisito di azienda start-up, come sopra elencato, eccezion fatta per gli Organismi di Ricerca.

SOGGETTI NON AMMESSI

Non possono partecipare le imprese operanti da più di 5 anni solari.

RISORSE

35M€ a valere sul Fondo Speciale Rotativo per l’Innovazione Tecnologica (FIT).
20M€ a valere sul PON Ricerca e Competitività 2007-2013, destinate a programmi per i quali almeno il 75% delle spese ammissibili sia sostenuto da unità produttive dei soggetti beneficiari ubicate nei territori delle regioni dell’obiettivo Convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia).

FINANZIAMENTO
Verranno finanziati progetti con costi non inferiori a 500.000 € e non superiori ai 2.000.000 €.
Il finanziamento agevolato è pari al 50% dei costi riconosciuti ammissibili, con una durata massima di 8 anni oltre un periodo di preammortamento commisurato alla durata del programma e comunque non superiore ai 4 anni a decorrere dalla data di emanazione del decreto di conecessione

E’ inoltre concesso un contributo alla spesa in misura pari al 20% dei costi riconosciuti ammissibili.
In aggiunta a questa quota di fondo perduto può essere concessa una maggiorazione

  • 20% dei costi riconosciuti ammissibili per i programmi svolti dalle piccole imprese

oppure

  • 10% per i programmi svolti dalle medie imprese.

Per gli organismi di ricerca, la maggiorazione e’ riconosciuta nella misura del 20% dei costi riconosciuti ammissibili.
(Direttiva MSE 10 luglio 2008, art.4)

VALUTAZIONE
La valutazione dei progetti è soggetta alla formazione di una graduatoria basata su criteri di:
a) livello qualitativo dell’innovazione oggetto del programma, sia in termini di originalita’ che di complessita’ progettuale;
b) programma presentato da impresa le cui spese di R& S rappresentino almeno il 15% del totale delle spese operative in almeno uno dei tre anni precedenti la presentazione della domanda di agevolazioni oppure, nel caso di una start up senza antefatti finanziari, nella revisione contabile del periodo fiscale corrente al momento della domanda, quale certificato da un revisore dei conti esterno.

Sono inoltre introdotte eventuali maggiorazioni in caso di:

a) programmi finalizzati a realizzare prevalentemente una «innovazione di prodotto»;
b) programmi che comportano l’affidamento di commesse a organismi di ricerca;
c) titolarita’ femminile delle aziende richiedenti.

Entro 90 gg dal termine del bando, verrà compilata una graduatoria da parte del MSE – attraverso la valutazione di gruppi di lavoro formati da esperti appartenenti all’Albo degli esperti in innovazione tecnologica – da sottoporre a successiva istruttoria.

TERMINI

Apertura sportello online: 23 settembre 2009
Chiusura: 21 gennaio 2010

PROCEDURA

1. Compilazione della domanda attraverso il formulario online preposto.
2. Modulo di domanda + allegati da spedire via raccomandata a/r in data successiva alla chiusura della domanda on-line.

Direttiva MSE 10 luglio 2008

Decreto MSE 7 luglio 2009


per ulteriori informazioni: info@innovazionefinanza.com