Horizon 2020 – H2020-PHC-2015-single-stage – Salute (scaduto)

Horizon 2020

bando aperto Horizon 2020 – H2020-PHC-2015-single-stage – Personalizzare la salute e la cura
TIPOLOGIA: bando
OGGETTO
Programma: Sfide Sociali
Tema: Salute, evoluzione demografica e benessere
Azione: RIA (Azioni di Ricerca e Innovazione) quando non diversamente indicato
Partner: almeno 3 soggetti giuridici, indipendenti tra loro, di 3 differenti Stati Membri UE o Associati.
Budget per progetto: variabile per topicTopics:

PHC-09-2015: Sviluppo di vaccini per le malattie infettive trascurate e legate alla povertà: HIV/AIDS
Budget per progetto: tra i 15 e i 20 Milioni €.

Le proposte dovrebbero incentrarsi nel rafforzare la capacità nella scoperta e primo sviluppo di nuovi possibili vaccini per l’HIV/AIDS, affrontando tutti i seguenti elementi interconnessi:

  1. Istituzione di una piattaforma per la scoperta e la selezione di diversi possibili vaccini preventivi o terapeutici per l’HIV/AIDS, e loro sperimentazione pre-clinica e clinica.
  2. Dovrebbero essere affrontati i principali ostacoli nello sviluppo dei vaccini; in particolare le modalità migliori per una rapida distinzione tra vincitori e quelli che alla fine avranno un esito negativo nei test clinici in fase avanzata. Le proposte dovrebbero quindi riguardare settori come ad esempio test in vitro e test in silico, modelli animali predittivi , fase 0 clinica, prime prove sull’uomo e metodi innovativi di previsione del rischio, tenendo conto delle eventuali differenze di genere. Sulla base di questi criteri i vaccini più promettenti  per l’HIV/AIDS saranno confrontati e selezionati tramite un processo obiettivo e trasparente, in base al loro merito.
  3. La proposta vincente deve prender parte al Global TB Vaccine Partnership e continuare il suo sviluppo del vaccino, nel contesto di questa iniziativa, in collaborazione con la European and Developing Countries Clinical Trials Partnership (EDCTP), ed un percorso e impegno in tal senso deve costituire parte integrante della proposta.

In linea con la strategia dell’Unione in materia di cooperazione internazionale in ricerca e innovazione, la cooperazione internazionale viene caldeggiata. Le proposte dovranno anche affrontare gli ostacoli ed i possibili catalizzatori per quanto riguarda l’adozione e l’attuazione di un nuovo vaccino nei paesi a basso, medio e alto reddito in varie regioni del mondo.

PHC-15-2015: Ricerca clinica sulla medicina rigenerativa
Budget per progetto: tra i 4 e i 6 Milioni €.

Le proposte dovrebbero incentrarsi sulle terapie della medicina rigenerativa, pronte per la ricerca clinica. Le proposte dovrebbero avere, al momento della presentazione della proposta, le necessarie autorizzazioni etiche e normative per svolgere l’opera o fornire la prova di impegno normativo e che tale approvazione è imminente. Sarà data preferenza alle proposte che hanno o sono vicine ad avere un’autorizzazione per iniziare il lavoro clinico. Poiché l’obiettivo è quello di testare nuove terapie rigenerative, le proposte possono riguardare qualsiasi malattia o condizione, a patto che sia fornita una giustificazione per la scelta. Il lavoro clinico dovrebbe rappresentare una parte centrale del progetto.

PHC-21-2015: Avanzanzamento dell’invecchiamento attivo e in buona salute con l’ICT: rilievo precode del rischio ed intervento
Budget per progetto: tra i 3 e i 4 Milioni €.

Le proposte dovrebbero inncentrarsi sulla diagnosi precoce del rischio e intervento: in particolare soluzioni ICT che sostengano l’invecchiamento attivo ed in buona salute, consentendo la diagnosi precoce e la minimizzazione dei rischi connessi con l’invecchiamento, compresi (ma non limitati a) l’insufficienza cognitiva, la fragilità, la depressione e cadute.
Le proposte dovranno dimostrare il nesso tra cambiamenti nel comportamento e le successive conseguenze negative nell’invecchiamento da un rilevamento comportamentale non avvertito, e la raccolta su larga scala di dati facilmente disponibili nell’ambiente di vita quotidiana degli individui più anziani.
Le proposte devono inoltre progettare interventi basati sull’ICT nel contrastare i rischi individuati, nonché i trattamenti e le terapie innovative basate sulla diagnosi precoce.
Le proposte dovrebbero basarsi sulla ricerca multidisciplinare che coinvolga discipline comportamentali, sociologiche e sanitarie, e sul coinvolgimento delle parti interessate, al fine di ricevere una guida sui fabbisogni più comuni, e al fine di garantire l’accettazione dell’utente finale (ivi compresi gli aspetti di genere).

PHC-25-2015: Sistemi ICT avanzati e servizi di assistenza integrata
Budget per progetto: tra i 3 e i 5 Milioni €.

Le proposte devono andare oltre l’attuale stato dell’arte nei sistemi di telemedicina attraverso lo sviluppo di nuovi approcci per la cura integrata supportati da sistemi e servizi ICT. Le proposte dovranno affrontare ostacoli dal punto di vista tecnologico, sociale e organizzativo nei seguenti ambiti:

  • Sviluppo di sistemi compatibili, accurati, convenienti e conformai alle normative sulla privacy che facilitino il monitoraggio dello stato del paziente, la sua attività e la conformità con la terapia;
  • Fusione, analisi e interpretazione dei dati del servizio sanitario del paziente, per migliorare il processo decisionale tra operatori e pazienti;
  • Interazione multicanale e multi-attore e scambio di conoscenze in contesti di cura integrata, tra le piattaforme collaborative digitali;
  • Sviluppo di servizi orientati al paziente per sostenerela delega al paziente, la cura di sé, l’aderenza ai piani sanitari;
  • Sviluppo di nuovi percorsi per i pazienti, nuovi programmi di formazione per gli operatori sanitari e nuovi modelli organizzativi per migliorare il coordinamento dei servizi di assistenza, nonché le competenze e la collaborazione degli operatori sanitari, assistenti sociali e operatori sanitari informali;
  • Personalizzazione dei programmi di gestione sanitaria con caratteristiche peculiari dei profili dei pazienti, attraverso l’analisi dei dati multimodali, algoritmi di stratificazione del rischio per le malattie croniche e condizioni multi-morbosità, algoritmi predittivi dello stato del paziente e strumenti di personalizzazione per i pazienti;
  • Creazione di nuove conoscenze per la gestione delle comorbosità e per affrontare la politerapia.

Il processo di progettazione di tali sistemi e servizi ICT dovrebbe comportare la partecipazione di una vasta gamma di utenti, sviluppatori e parti interessate, tra cui medici, infermieri, assistenti sociali, pazienti così come programmatori e designer di interazione. Si dovrebbe prestare la dovuta attenzione alle questioni di genere ed etiche.

PHC-27-2015: Auto-gestione della salute e della malattia ed empowerment del paziente con il supporto dell’ICT
Azione: PCP (Azioni cofinanziate di appalti precommerciali)
Budget per progetto: tra i 3 e i 5 Milioni €.

Le soluzioni dovrebbero essere sviluppate e testate con l’uso di piattaforme innovative aperte come dimostratori su larga scala per l’innovazione nella salute e nei servizi. Dovrebbero essere debitamente prese in considerazione le questioni etiche e di genere. Le proposte dovrebbero coinvolgere gli operatori nel settore salute e sostenerli nei loro sforzi per ridurre i costi e le difficoltà connesse ad un numero limitato di operatori sanitari utilizzando le capacità e le potenzialità del paziente come co-produttore di buona salute. Le proposte devono utilizzare gli appalti precommerciali per massimizzare l’impegno di innovazione nelle organizzazioni sanitarie seguendo le attività già iniziate sotto il 7FP – Call 10/CSA sull’innovazione nel settore degli appalti per la salute.

PHC-28-2015: Autogestione nei sistemi sanitari,  nelle malattie e nel supporto alle decisioni basandosi sulla modellazione al computer utilizzata dal paziente se stesso
Budget per progetto: tra i 3 e i 5 Milioni €.

Le proposte dovrebbero incentrarsi su sistemi predittivi basati sulla modellazione al computer e sviluppare sistemi di supporto alle decisioni (DSS), che verranno utilizzati dai singoli individui. Il DSS dovrebbe includere la raccolta di vari dati (sul paziente, clinici, biologici, terapeutici, comportamentali, sull’esposizione  ambientale o professionale, l’allenamento fisico e le prestazioni, lo stile di vita e la dieta, dati ambientali, dati sociali, etc.). I modelli predittivi esistenti dovrebbero trattare tali dati in tempo reale per prevedere come la salute del paziente si evolverà nel prossimo futuro e tali previsioni, accompagnate da tutte le informazioni utili riguardanti le loro incertezze ed i limiti devono essere utilizzati dal paziente/cittadino stesso per l’autogestione della propria salute e del proprio benessere. Questi DSS possono anche contribuire a migliorare le interazioni tra individui/professionisti sanitari e nel processo codecisionale nel settore sanitario. Le proposte possono anche combinarsi con sistemi di monitoraggio della salute personale e di altre tecnologie e fonti di dati, come ad esempio strumenti per la raccolta di dati sui fattori esterni potenzialmente legati alla malattia. Devono essere prese nella dovuta considerazione le questioni etiche e di genere.

PHC-29-2015: Appalti pubblici di servizi sanitari elettronici innovativi
Azione: PCP (Azioni cofinanziate di appalti precommerciali)
Budget per progetto: tra 1 e i 5 Milioni €.

Le proposte dovrebbero migliorare la distribuzione sostenibile di servizi nuovi o migliorati dagli acquirenti di servizi sanitari in linea con il Piano d’Azione eHealth. Esempi di risultati obiettivo di queste innovazioni possono includere l’affrontare dimissione ospedaliera anticipata, la fornitura di assistenza sanitaria in regioni remote, di difficile accesso e scarsamente popolate, servizi di sanità elettronica per i pazienti di telefonia mobile dell’UE, e cura pre/post operatoria al di fuori dell’ambiente ospedaliero.
Lo scopo è quello di specificare, acquistare e implementare soluzioni basate sull’ICT in grado di fornire servizi di assistenza sanitaria sostenibile, nuovi o migliorati e migliorare l’ecosistema in cui vengono applicati con successo approcci in materia di appalti per soluzioni sanitarie innovative.

PHC-30-2015Rappresentazione digitale dei dati sanitari per migliorare la diagnosi e il trattamento della malattia
Budget per progetto: tra i 3 e i 5 Milioni €.

Le proposte dovrebbero incentrarsi sui nuovi sistemi di supporto alle decisioni (DSS) basati su una complessa integrazione di sorgenti di dati eterogenei e modellazione al computer specifiche per soggetto. Ciò dovrebbe consentire una analisi integrata dei dati, e dovrebbe presentare una rappresentazione di dati altamente visiva, utilizzando interfacce esplorative interattive user-friendly, al fine di garantire l’usabilità e l’accettabilità. […]

DURATA
Non viene indicata una durata limite per il progetto. Considerando che i progetti RIA hanno sostituito i progetti CP (Collaborative Projects) del 7FP, si può ipotizzarne una durata tra i 24 e i 60 mesi.
Durante la Conferenza ICT 2013 (Vilnius, 6-9 novembre 2013), è stato ipotizzato che la durata di un RIA di piccola o media dimensione potrà essere indicativamente di 2-4 anni (24-48 mesi) mentre i progetti di più grande dimensione potrebbero durare dai 3 ai 5 anni (36-60 mesi).

DOTAZIONE
Le risorse disponibili ammontano a 162 Milioni €

TERMINI
Pubblicazione: 11 dicembre 2013
Scadenza: 21 aprile 2015 ore 17:00

Deve essere presentato il progetto completo, seguendo il template fornito dal Participant Portal, per una lunghezza massima di circa 70 pagine.