Horizon 2020 – H2020-SMEINST-2-2014 – Strumento PMI fase 2 (scaduto)

Horizon 2020

bando chiuso Horizon 2020 – H2020-SMEINST-2-2014 – Strumento dedicato alle PMI – Fase 2 2014

TIPOLOGIA: bando

SCADUTO

OGGETTO

Programma: Strumento PMI
Tema: Innovazione nelle PMI
Partner: 1 solo soggetto giuridico stabilito in uno Stato membro o in un Paese Associato, eventualmente in associazione con altri partner di singole imprese.
Finanziamento: fino al 70% (in via eccezionale, fino al 100% laddove la componente di ricerca sia fortemente presente).

Saranno supportati progetti di innovazione che affrontino un problema specifico e dimostrino un elevato potenziale in termini di competitività aziendale e crescita, sostenute da un piano strategico di business. Le attività dovrebbero incentrarsi sulle attività di innovazione come ad esempio la dimostrazione, il testing, la prototipazione, la sperimentazione, lo scale-up, la miniaturizzazione, la progettazione, la replica sul mercato, che mirino a portare l’idea innovativa (prodotto, processo, servizio, etc.) pronta ad essere industrializzata e la rendano matura per l’introduzione sul mercato, eventualmente includendo una quota di ricerca. Con “innovazione tecnologica” si configura un Technology Readiness Levels 6 o superiore (o similare, per innovazioni non tecnologiche). Le proposte si fonderanno su un business plan strategico, che sia stato sviluppato o durante la fase 1 o con altri sistemi. Si deve prestare particolare attenzione alla protezione della proprietà intellettuale; i candidati dovranno presentare misure convincenti che assicurino la possibilità di uno sfruttamento commerciale.

In circostanze eccezionali, debitamente giustificate, un topic può prevedere delle azioni nelle quali la componente di ricerca sia fortemente presente, come alternativa alle azioni innovative di cui sopra.
Le PMI possono subappaltare il lavoro e le conoscenze essenziali per il loro progetto innovativo, attraverso dei voucher per l’innovazione.

Topics:

Space-SME-2014-1
Budget per topic:  7,48 Milioni €

La sfida specifica può coprire ogni aspetto del programma specifico per lo spazio di Horizon 2020. Tuttavia, si ritiene che le azioni nel campo delle applicazioni, in particolare in relazione ai programmi faro Galileo e Copernico, (cioè l’applicazione di soluzioni terrestri alle sfide nello spazio) e lo sviluppo di alcune tecnologie critiche potrebbero essere adatti da trattare in questa call.

ICT-37-2014-1Open Disruptive Innovation Scheme (migliorato attraverso lo strumento PMI)
Budget per topic:  39,6 Milioni €

La sfida è quella di dare supporto ad un ampio numero di PMI innovative ad alto rischio nel settore ICT. L’accento sarà posto sulle PMI proponendo idee,prodotti e servizi ICT innovativi, applicando una nuova serie di regole, valori e modelli che in ultima analisi irrompano nei mercati esistenti.

L’obiettivo dell’ODI è triplice:

  • Coltivare idee promettenti, innovative e dirompenti;
  • Sostenere la loro prototipazione, convalida e dimostrazione in condizioni reali;
  • Aiutare ad una più ampia distribuzione o diffusione sul mercato.

NMP-25-2014-1Accelerare l’adozione delle nanotecnologie, dei materiali avanzati e delle tecnologie di fabbricazione e lavorazione avanzate da parte delle PMI
Budget per topic:  19,18 Milioni €

I risultati della ricerca dovrebbero essere assorbiti dall’industria, sfruttando le potenzialità finora inespresse delle nanotecnologie, dei materiali avanzati e delle tecnologie di produzione e di lavorazione avanzate. L’obiettivo è quello di creare valore aggiunto unendo creativamente i risultati della ricerca esistenti con altri elementi necessari per trasferire i risultati in tutti i settori ove siano applicabili, per accelerare l’innovazione e, infine, creare profitto o altri benefici. La ricerca dovrebbe portare la tecnologia e la produzione industriale al livello di maturità per la commercializzazione dopo il progetto.

PHC-12-2014-1 – Validazione clicnica di biomarcatori e/o dispositivi medico-diagnostici
Mentre in tutti gli altri casi lo strumento per le PMI in Horizon 2020 prevede il rimborso al 70%, la prevalenza di attività di ricerca nella validazione clinica necessita, in questo caso, di un rimborso pari al 100%.
Budget per topic:  58,17 Milioni €

I biomarcatori sono utilizzati nella pratica clinica per descrivere condizioni sia normali che patologiche. Essi possono anche avere un potere prognostico o predittivo. Sono quindi sempre più utilizzati in medicina e molti potenziali biomarcatori vengono proposti ogni anno.
Solo pochi sono però convalidati per l’uso nell’ambito della ricerca clinica. Tale convalida implica la dimostrazione di un collegamento ad un punto di arrivo o processo clinicamente pertinente, nonché un metodo analitico robusto e appropriato.
La validazione clinica di biomarcatori sarà sempre più importante per lo sviluppo di nuovi strumenti diagnostici, e questo è un settore di ricerca in cui sono attive molte PMI europee.

SFS-08-2014-1Produzione e trasformazione alimentare eco-innovativa ed efficiente
Budget per topic:  7,92 Milioni €

Si richiede lo sviluppo di una produzione e trasformazione alimentare sostenibile, più efficiente nelle risorse, in tutto il sistema alimentare, a tutti i livelli di attività, per rimanere competitivi, limitare il degrado ambientale e ottimizzare l’uso efficiente delle risorse. Gli attuali sistemi di produzione e trasformazione alimentare, in particolare nel settore delle PMI, devono essere rivisti e ottimizzati al fine di conseguire una sensibile riduzione di acqua ed energia, emissioni di gas serra e di rifiuti, mentre allo stesso tempo si deve migliorare l’efficienza nell’utilizzo delle materie prime, aumentando la resilienza climatica e garantendone o migliorandone la conservazione, la sicurezza e la qualità alimentare. Si dovrebbero sviluppare nuovi processi eco-innovativi competitivi, nel quadro di una transizione verso una economia circolare sostenibile, più efficiente nelle risorse.

BG-12-2014-1Supporto all’impegno delle PMI nello sviluppo, impiego e risposta del mercato di soluzioni innovative per la Crescita blu
Budget per topic:  2,64 Milioni €

Il potenziale di oceani, mari e coste europee è significativo per la creazione di posti di lavoro e crescita, se gli investimenti adeguati sono effettuati in ricerca e innovazione. Il contributo delle PMI allo sviluppo della ‘Blue Growth Strategy’ (COM (2012) 494) può essere significativo in particolare nei settori delle biotecnologie marine (applicazioni correlate, strumenti e tecnologie fondamentali), così come le tecnologie e dei servizi correlati all’acquacoltura marina.

Tuttavia, le PMI non hanno accesso ai finanziamenti per sviluppare le loro attività e la crisi economica e finanziaria ha reso l’accesso ai finanziamenti ancora più difficile. Ciò è particolarmente vero nei settori marittimi precedentemente citati, dove l’accesso ai finanziamenti per le PMI è considerato come uno degli ostacoli più importanti per lo sviluppo di attività economiche marittime innovative.

SIE-01-2014-1Stimolare il potenziale innovativo delle PMI per un sistema energetico a basse emissioni
Budget per topic:  29,89 Milioni €

Le PMI svolgono un ruolo cruciale nello sviluppo di soluzioni tecnologiche economicamente vantaggiose e convenienti nell’uso efficiente delle risorse per decarbonizzare e rendere più efficiente il sistema energetico in modo sostenibile. Le PMI sono tenute a contribuire fortemente a tutte le sfide delineate nel programma Horizon 2020 “Energia sicura, pulita ed efficiente”, in particolare per quanto riguarda

  • Ridurre il consumo energetico e le emissioni di anidride carbonica con un uso intelligente e sostenibile (compresi i prodotti e servizi ad alta efficienza energetica, così come nelle “Smart Cities and Communities”);
  • Fornitura di energia elettrica a basso tenore di carbonio e a basso costo (compresa l’energia da fonti rinnovabili, nonché CCS e riutilizzo);
  • Carburanti alternativi e fonti energetiche mobili;
  • Un’unica e intelligente rete europea di elettricità;
  • Nuove conoscenze e tecnologie, e
  • Processo decisionale e impegno pubblico.

IT-1-2014-1 – Ricerca innovativa delle PMI nei Trasporti
Budget per topic:  31,56 Milioni €

Il settore europeo dei trasporti deve avere la capacità di fornire i prodotti e servizi migliori, in un tempo e modo economicamente efficiente, al fine di preservare la propria leadership e creare nuovi posti di lavoro, nonché per affrontare le sfide all’ambiente e alla mobilità. Il ruolo delle PMI per affrontare queste sfide è fondamentale in quanto sono attori chiave nelle catene di fornitura. E’ di fondamentale importanza migliorare il coinvolgimento degli attori più deboli nelle attività di innovazione nonché per facilitare l’avvio e la nascita di nuove PMI ad alta tecnologia .

SC5-20-2014-1Aumentare il potenziale delle PMI nell’eco-innovazione e per un approvvigionamento sostenibile di materie prime
Budget per topic:  14,96 Milioni €

Le PMI innovative sono state riconosciute come in grado di diventare il motore della green economy e di facilitare la transizione verso un’economia efficiente e circolare delle risorse. Esse possono svolgere un ruolo importante per aiutare l’UE a uscire dalla crisi economica e nella creazione di posti di lavoro. Il potenziale di commercializzazione di soluzioni innovative da parte delle PMI è tuttavia ostacolato da diverse barriere, tra cui la difficoltà di accedere a capitale di rischio, la mancanza di prototipi, studi di scale-up insufficienti, etc. La crescita deve quindi essere stimolata aumentando i livelli di innovazione nelle PMI, che coprano le diverse esigenze di innovazione su tutto il ciclo dell’innovazione.

Le PMI innovative dovrebbero essere sostenute e guidate per raggiungere e accelerare il loro pieno potenziale di crescita verde. Questo topic è rivolto a tutti i tipi di PMI eco-innovative di tutti i settori concernenti le azioni per il clima, l’ambiente, l’efficienza delle risorse e materie prime, concentrandosi sulle PMI in grado di mostrare una forte ambizione di svilupparsi, crescere e internazionalizzarsi. Sono ammissibili tutti i tipi di idee promettenti, prodotti, processi, servizi e modelli di business, in particolare in tutti i settori e discipline, per la commercializzazione sia in un business-to-business (B2B) e contesto business-to-customer (B2C).

DRS-17-2014-1 – Protezione di infrastrutture critiche urbane e obiettivi indifesi
Budget per topic:  6,16 Milioni €

L’obiettivo è quello di coinvolgere le PMI nella ricerca e sviluppo sulla sicurezza e in particolare per facilitare e accelerare la transizione dei loro prodotti/servizi sviluppati nel mercato.
La sfida specifica delle azioni e delle attività previste nell’ambito del presente topic sono legati alla protezione degli obiettivi indifesi e delle infrastrutture critiche urbane.
Devono essere presi in particolare considerazione gli “obiettivi urbani indifesi”, che sono esposti a crescenti minacce alla sicurezza che possono essere definiti come aree urbane in cui un gran numero di cittadini siano liberamente ammessi, per le attività abituali o eventi speciali o abitualmente risiedono o si riuniscono. Tra gli altri, questi includono parchi, piazze e mercati, centri commerciali, stazioni ferroviarie e degli autobus, terminal passeggeri, alberghi e villaggi turistici, culturali, centri storici, religiosi ed educativi e banche.
I settori delle infrastrutture critiche elencate nel Programma Europeo per la Protezione Infrastrutture Critiche (EPCIP), tra cui, tra gli altri, impianti e reti di energia, comunicazioni e tecnologie dell’informazione, finanza (banche, titoli e investimenti), acqua (dighe, stoccaggio, trattamento e reti), supply chain e governo (ad esempio servizi critici, strutture, reti di informazione, le attività e siti nazionali principali e monumenti) non sono rilevanti solo su scala nazionale ma possono essere considerate infrastrutture critiche in un contesto urbano.

BIOTEC-5a-2014-1Spinta dei processi industriali delle PMI basate sulle biotecnologie verso la competitività e la sostenibilità
Budget per topic: 3,34 Milioni €

Il gran numero di PMI che caratterizzano il settore delle biotecnologie UE stanno giocando un ruolo cruciale nella spinta verso processi a base biotecnologica competitivi e sostenibili. Queste PMI sono caratterizzate dalla loro intensità nella ricerca e dai tempi lunghi tra l’inizio dello sviluppo tecnologico e l’introduzione sul mercato. Esse hanno quindi bisogno di essere sostenute per superare la cosiddetta “death valley”.

DURATA

Tra i 12 e i 24 mesi

DOTAZIONE

Le risorse disponibili ammontano a 220,897,600 €

Il bilancio disponibile sarà diviso in parti uguali tra ciascuna data intermedia.

TERMINI

Pubblicazione: 11 dicembre 2013
Scadenza fase 1: 17 dicembre 2014 ore 17:00

Il bando rimane aperto fino al 17 dicembre 2014, ma è possibile presentare il progetto anche prima della scadenza e accedere alle date intermedie di valutazione:

  • 9 ottobre 2014

PROCEDURA

Deve essere presentato uno progetto, seguendo il template fornito dal Participant Portal, per una lunghezza massima di circa 30 pagine.