Horizon 2020 – H2020-NMP-PILOTS-2014 – Nanotecnologie (scaduto)

Horizon 2020

bando chiuso Horizon 2020 – H2020-NMP-PILOTS-2014 – Call per Nanotecnologie, materiali avanzati e produzione

TIPOLOGIA: bando
OGGETTO
Programma: Leadership Industriale – LEIT – Leadership nelle Tecnologie Abilitanti e Industriali
Tema: Nanotecnologie, materiali avanzati e produzione
Partner: almeno 3 soggetti giuridici, indipendenti tra loro, di 3 differenti Stati Membri UE o Associati.
Budget per progetto: tra 5 e 8 Milioni €.
Topics:
NMP-01-2014
Linee sperimentali aperte per nanocompositi economicamente produttivi
Azione: RIA (Azioni di Ricerca e Innovazione)
Sviluppo di linee pilota: lo sviluppo prevede di utilizzare una linea sperimentale esistente come base e può includere nuovi metodi e/o strumenti con caratterizzazione in tempo reale (tra cui un’ampia  capacità produttiva) per la misura, l’analisi e le operazioni su scala nanometrica per caratterizzare le proprietà rilevanti dei materiali, come ad esempio la dispersione di nanofiller, con una migliore risoluzione e/o una maggiore sensibilità, sulla base di nuovi approcci e nuove combinazioni di approcci.
Il funzionamento delle linee pilota – test e convalida includono: selezione personalizzazione di  nano-particelle/oggetti aventi l’interazione interfacciale richiesta e/o compatibilità con la matrice da utilizzare nel nanocomposito, selezione di una tecnica di elaborazione e ottimizzazione dei parametri di processo rivolti ad un’adeguata dispersione e distribuzione di nano-particelle o aggregati di nano-particelle all’interno della matrice; sviluppo del controllo qualità e verifica di processo.
Le proposte devono riguardare una vasta gamma di applicazioni industriali e coinvolgere un certo numero di produttori di compositi, rivolgendosi in particolare alle esigenze delle PMI attive in questo settore. Si richiede di allegare alla proposta i piani per la gestione della rete sperimentale, così come i singoli servizi di linee pilota dopo la fine del sostegno finanziario dell’UE, compresi i piani aziendali per la collaborazione con le PMI.
Le proposte dovrebbero includere sia una descrizione dello sfruttamento iniziale sia dei business plan. Ove possibile, i proponenti potrebbero cercare attivamente sinergie, incluse le possibilità di finanziamento complessivo, con i relativi programmi nazionali/regionali di ricerca e innovazione e/o attraverso i  Fondi Strutturali Europei.

L’attuazione di questa proposta parte da un Technology Readiness Level 4-5, con l’obiettivo di arrivare al 6, con l’utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KET).
  • TRL 4: Tecnologia convalidata in laboratorio
  • TRL 5: Tecnologia convalidata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
  • TRL 6 – Tecnologia dimostrata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
 
NMP-05-2014
Produzione su scala industriale di nanomateriali per applicazioni di stampa
Azione: IA (Innovation Action)
 
Le proposte dovrebbero mirare a sviluppare e dimostrare in ambienti industriali rilevanti, la sintesi e la funzionalizzazione di nanomateriali per le applicazioni di stampa con un processo dall’ampia trasmissione. Le sfide tecniche riguardano l’ottimizzazione del processo di sintesi per controllare la cristallinità e la morfologia dei materiali funzionali, nonché ottenere le proprietà reologiche necessarie per le tecnologie di deposizione umida. Metodi di caratterizzazione durante e post-processo devono essere volti a garantire uno processo di produzione sostenibile e stabile. Le formulazioni dei nanomateriali sviluppati (inchiostri) devono dimostrare la funzionalità, la compatibilità di processo, la non- tossicità, il rispetto dell’ambiente  ed avere un basso costo.
Le proposte dovrebbero includere sia una descrizione dello sfruttamento iniziale sia dei business plan. Ove possibile, i proponenti potrebbero cercare attivamente sinergie, incluse le possibilità di finanziamento complessivo, con i relativi programmi nazionali/regionali di ricerca e innovazione e/o attraverso i  Fondi Strutturali Europei.
 
L’attuazione di questa proposta parte da un Technology Readiness Level 4-5, con l’obiettivo di arrivare al 6, con l’utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KET).
  • TRL 4: Tecnologia convalidata in laboratorio
  • TRL 5: Tecnologia convalidata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
  • TRL 6 – Tecnologia dimostrata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
 
NMP-08-2014
Scaling-up della produzione di nanofarmaci
Azione: RIA (Azioni di Ricerca e Innovazione)
 
I progetti dovranno sviluppare una o più linee pilota e processi per lo scaling-up della produzione di nanofarmaci innovativi nei quantitativi necessari per la sperimentazione clinica, tenendo conto dei requisiti medici. Le linee pilota saranno sviluppate con processi di caratterizzazione e di controllo di qualità adeguati. Dovrà essere presa in considerazione la normativa medica pertinente. I progetti devono avere una sostenibilità industriale dal punto di vista economico, ambientale e sociale. Le nanofarmaci selezionati per lo scaling-up devono essere traducibili e in una fase avanzata di sviluppo pre-clinico, con prospettive positive di procedere alla sperimentazione clinica. La sperimentazione clinica stessa non farà parte del progetto. Lo scaling-up di una produzione nanofarmaceutica destinata principalmente alla terapia del cancro sarà esclusa da questo topic, in quanto viene già svolta nel topic NMP 11.
Le proposte dovrebbero includere sia una descrizione dello sfruttamento iniziale sia dei business plan. Ove possibile, i proponenti potrebbero cercare attivamente sinergie, incluse le possibilità di finanziamento complessivo, con i relativi programmi nazionali/regionali di ricerca e innovazione e/o attraverso i  Fondi Strutturali Europei.

 
L’attuazione di questa proposta parte da un Technology Readiness Level 4-5, con l’obiettivo di arrivare ai livelli 6-7, con l’utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KET).
  • TRL 4: Tecnologia convalidata in laboratorio
  • TRL 5: Tecnologia convalidata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
  • TRL 6 – Tecnologia dimostrata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
  • TRL 7 – Dimostrazione del sistema prototipale in ambiente operativo

NMP-05-2014
Stampa ad alta definizione di materiali multifunzionali
Azione: IA (Innovation Action)
Le proposte devono rivolgersi alle esigenze industriali, sviluppando e dimostrando in ambienti industriali delle tecnologie di stampa ad alto rendimento (eventualmente in combinazione con altre tecnologie di deposizione) con le definizioni più alte (fino alla nanoscala) utilizzando un più ampio spettro di materiali multifunzionali. Le sfide tecniche riguardano lo sviluppo di tecnologie di stampa adatte ad un’alta risoluzione e ad una vasta gamma di materiali; l’ottenimento della corretta funzionalità subito dopo l’essiccazione/sinterizzazione.
La linea sperimentale dovrebbe verificare la velocità di produzione e affidabilità, nonché la resa sufficiente, la qualità e la funzionalità della sua applicazione.
Le proposte dovrebbero includere sia una descrizione dello sfruttamento iniziale sia dei business plan. Ove possibile, i proponenti potrebbero cercare attivamente sinergie, incluse le possibilità di finanziamento complessivo, con i relativi programmi nazionali/regionali di ricerca e innovazione e/o attraverso i  Fondi Strutturali Europei.

L’attuazione di questa proposta parte da un Technology Readiness Level 4-5, con l’obiettivo di arrivare al 6, con l’utilizzo di tecnologie abilitanti fondamentali (KET).
  • TRL 4: Tecnologia convalidata in laboratorio
  • TRL 5: Tecnologia convalidata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)
  • TRL 6 – Tecnologia dimostrata in ambiente idoneo (un ambiente industriale rilevante nel caso delle tecnologie abilitanti fondamentali)

DURATA
Non viene indicata una durata limite per il progetto. Considerando che i progetti RIA hanno sostituito i progetti CP (Collaborative Projects) del 7FP, si può ipotizzarne una durata tra i 24 e i 60 mesi.
Durante la Conferenza ICT 2013 (Vilnius, 6-9 novembre 2013), è stato ipotizzato che la durata di un RIA di piccola o media dimensione potrà essere indicativamente di 2-4 anni (24-48 mesi) mentre i progetti di più grande dimensione potrebbero durare dai 3 ai 5 anni (36-60 mesi).

DOTAZIONE
Le risorse disponibili ammontano a 66,2 Milioni €

TERMINI
Pubblicazione: 11 dicembre 2013
Scadenza : 06 maggio 2014 ore 17:00

PROCEDURA
Deve essere presentato il progetto completo, seguendo il template fornito dal Participant Portal, per una lunghezza massima di circa 70 pagine.