IMI – Innovative Medicines Initiative – call 2012 (scaduto)

imi

bando chiuso IMI – Innovative Medicines Initiative – 8th call for proposal 2012

TIPOLOGIA: bando
finalità

OGGETTO
Il Programma IMI si fonda sulla collaborazione tra Commissione Europea ed EFPIA (Federazione Europea delle Industrie e delle Associazioni Farmaceutiche) un partenariato pubblico – privato in ambito europeo e transeuropeo.
Il Programma si prefigge di favorire il dinamismo e la competitività del settore biofarmaceutico europeo concentrandosi sui processi e sulle metodologie miranti a valutare l’efficacia e la sicurezza di nuovi farmaci, al fine di ridurre i tempi che intercorrono tra la messa a punto di nuovi medicinali e la loro commercializzazione.

I topics dell’8a call dell’IMI sono:

  • Tema “Sconfiggere la resistenza antimicrobica”: prove cliniche a supporto dello sviluppo del MEDI4893, un anticorpo monoclonale che ha come bersaglio il batterio Staphylococcus aureus; Scoperta e sviluppo di nuovi farmaci che combattano le infezioni da GRAM-negativi;
  • Tema “Sviluppo di una tassonomia basata sull’eziologia per le malattie umane”: Approcci allo sviluppo di una nuova classificazione per il Lupus eritematoso sistemico (SLE) e dei relativi disturbi al tessuto connettivo, e dell’Artrite reumatoide (RA); approcci allo sviluppo di una nuova classificazione per disturbi neurovegetativi, con focus su morbo di Alzheimer (AD), e morbo di Parkinson (PD); Banca europea per le cellule staminali;
soggetti ammessi

SOGGETTI AMMESSI
Sono ammessi tutti i soggetti – università, imprese, enti di ricerca, etc. – che supportino attività rilevanti per gli obiettivi dell’IMI con sede in uno Stato UE o in uno degli stati associati al 7° Programma Quadro. Componendosi di 2 fasi distinte , sono richieste diverse condizioni di partecipazione:

1a fase: sono ammessi a partecipare almeno 2 soggetti indipendenti tra loro (beneficiari) e che non afferiscano all’EFPIA.

2a fase: sono ammessi a partecipare almeno 2 soggetti afferenti all’EFPIA, oltre ai beneficiari la cui proposta sia stata selezionata in fase 1. Il numero minimo di partecipanti in questa fase è quindi di 4 soggetti, che devono comunque sempre essere indipendenti tra loro. I partner EFPIA saranno costituiti in consorzio, già pre-definito nel bando per ogni tema di ricerca.

Gli effettivi beneficiari del contributo possono essere solo:

  • PMI;
  • enti giuridici costituiti come organismi pubblici no profit a norma del diritto nazionale;
  • istituti di istruzione secondaria e superiore;
  • enti giuridici costituiti come enti no-profit che abbiano la ricerca e lo sviluppo tecnologico tra i propri obiettivi prioritari;
  • organizzazioni intergovernative con personalità giuridica ai sensi del diritto pubblico internazionale;
  • enti giuridici di diritto comunitario;
  • associazioni di pazienti no-profit

[pl_alertbox type=”error”]Le aziende farmaceutiche membri dell’EFPIA non avranno diritto ai finanziamenti e dovranno autofinanziare al 100% il proprio contributo. I fondi comunitari andranno invece a beneficio di istituzioni del mondo accademico e della ricerca, associazioni dei pazienti e PMI che partecipano ai progetti assieme alle industrie farmaceutiche.[/pl_alertbox]

DURATA
I progetti ammessi devono avere una durata compresa tra i 5 e i 6 anni.

SPESE AMMISSIBILI
Le spese ammissibili per attività di ricerca sono:

  • personale;
  • attrezzature;
  • materiali;
  • servizi di consulenza.

Le spese ammissibili per altre attività sono:

  • costi di gestione;
  • formazione;
  • disseminazione e proprietà intellettuale.
DOTAZIONE
Le risorse disponibili sono pari a complessivi 143.3 Milioni €.
contributo

CONTRIBUTO
Il finanziamento si basa sul rimborso delle spese ammissibili: per attività di ricerca e sviluppo tecnologico, fino al 75% delle spese, mentre per altri costi (inclusa la gestione del progetto e le attività di formazione) fino al 100%.

VALUTAZIONE
Nella prima fase, le espressioni di interesse saranno giudicate da esperti indipendenti: i partenariati con il punteggio più alto per ciascun topic saranno invitati a presentare la seconda fase del progetto, anch’essa soggetta a valutazione indipendente.

TERMINI
scadenza 1a fase: 19 marzo 2013

PROCEDURA
La partecipazione avviene esclusivamente per via telematica.

[attachments size=custom label=doctitle docid=”3880″]