Incentivi alla costituzione di Società all’estero: L. 19/1991 – Finest S.p.A.

bando aperto L. 19/1991 – Incentivi alla costituzione di Società all’estero – Finest S.p.A.

TIPOLOGIA: sportello

OGGETTO
La Legge 19/91 e’ istitutiva della Finest S.p.A., societa’ finanziaria creata per sostenere lo sviluppo delle attività economiche e l’internazionalizzazione delle imprese localizzate in alcune aree del nord-est d’Italia.
SOGGETTI AMMESSI
Imprese aventi stabile e prevalente organizzazione nelle Regioni Friuli-Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto-Adige – ovvero imprese aventi stabile organizzazione in uno Stato dell’Unione Europea, purché controllate da imprese residenti nelle suddette Regioni.

La destinazione dell’intervento e’ intesa verso tutti i Paesi dell’Europa centrale, balcanica ed orientale:
Albania, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Estonia, Federazione Russa, Georgia, Kazakistan, Kirghizistan, Kosovo, Lettonia, Lituania, Macedonia, Moldova, Mongolia, Montenegro, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Serbia, Slovenia, Tajikistan, Turkmenistan, Ucraina, Ungheria, Uzbekistan.

FINANZIAMENTO
Oltre ad offrire servizi di Consulenza e Promozione, Finest S.p.A. interviene direttamente finanziando i progetti in modalita’ diverse:

  • partecipa in imprese e società estere, promosse o partecipate da imprese del nord-est d’Italia, con quote di minoranza e per un periodo limitato;
  • partecipa e finanzia, in qualsiasi forma, anche rilasciando garanzie, sia le imprese suindicate sia gli accordi di collaborazione promossi dalle stesse.

All’intervento diretto della Finest si aggiunge la possibilità per le aziende italiane di accesso ai finanziamenti agevolati, concessi da banche italiane o estere, nei limiti della quota di capitale di rischio nelle società estere partecipate dalla stessa Finest.

Oltre alla suddetta agevolazione creditizia, le imprese italiane possono ricorrere alla garanzia assicurativa per la copertura dei rischi politici e commerciali derivanti dal mancato trasferimento dei fondi a loro spettanti, nei limiti della quota sottoscritta nella società estera partecipata da Finest, in base alle modalità operative e condizioni di polizza stabilite dal Comitato di Gestione SACE.

Gli importi dell’intervento variano a seconda dell’ente erogatore:

  • FINEST per l’assunzione della partecipazione e del finanziamento nel capitale dell’impresa estera o dell’impegno finanziario dell’accordo di collaborazione partecipa in misura non superiore al 25% (ovvero il 40% qualora partecipi all’iniziativa anche la SIMEST) e per una durata massima di 8 anni. Oltre questo termine, FINEST procederà alla cessione della propria quota di partecipazione.
  • BANCHE (italiane o estere) per la concessione del finanziamento agevolato partecipano in misura non superiore al 90% della quota di partecipazione dell’impresa italiana nella società estera, fino al 51% del capitale di quest’ultima. E’ prevista la corresponsione da parte della SIMEST, quale gestore unico di fondi pubblici. di un contributo agli interessi nella misura massima del 50% del tasso di riferimento stabilito per il settore industriale. Detta agevolazione viene comunque concessa nel rispetto dei parametri stabiliti dall’UE in materia di intensità di aiuto pubblico alle imprese.
TERMINI
Non sono previsti termini di scadenza
PROCEDURA
Per una partecipazione a società estera occorre presentare alla Finest Spa la domanda da parte dell’impresa proponente. Una volta adottata la delibera di assunzione di partecipazioni, fa seguito il versamento per l’acquisizione della quota di capitale nella società estera.Per ottenere un finanziamento da parte di Finest va effettuata la presentazione della domanda da parte dell’operatore nazionale secondo schemi predisposti. Alla delibera di concessione segue l’erogazione del finanziamento che dovrà poi essere debitamente rendicontato.

Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per l’Impresa e l’Internazionalizzazione