ISI INAIL 2014: incentivi per la sicurezza sul lavoro (scaduto)

inail_logo_big

bando chiuso ISI INAIL 2014: incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro

TIPOLOGIA: sportello

SCADUTO

OGGETTO

Lo sportello, attuazione del d.lgs. 81/2008 e 106/2009, art. 11, comma 5, intende incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro. Vengono emessi singoli Avvisi per ciascuna Regione e Provincia autonoma.Sono ammessi a contributo progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

  1. progetti di investimento;
  2. progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi;

Per quanto riguarda la tipologia 1 (progetti di investimento), il progetto può essere articolato in più interventi/acquisti purché essi siano tutti rigorosamente funzionali alla riduzione, eliminazione e/o prevenzione della medesima causa di infortunio o del fattore di rischio indicata dall’impresa nel modulo di domanda online.

Per i progetti di tipologia 2, l’intervento richiesto può riguardare tutti i lavoratori facenti capo ad unico datore di lavoro, anche se operanti in più sedi o più regioni.

Le imprese possono presentare un solo progetto riguardante una sola unità produttiva e una sola tipologia tra quelle sopra indicate.
Per quanto riguarda la tipologia 1 (progetti di investimento), il progetto può essere articolato in più interventi/acquisti purché essi siano tutti rigorosamente funzionali alla riduzione, eliminazione e/o prevenzione della medesima causa di infortunio o del fattore di rischio indicata dall’impresa nel modulo di domanda online.

SOGGETTI AMMESSI

Imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura.

L’impresa richiedente deve avere attiva nel territorio della Regione/Provincia autonoma a cui fa richiesta, l’unità produttiva per la quale intende realizzare il progetto.

DURATA

In caso di ammissione al finanziamento, il progetto deve essere realizzato (e rendicontato) entro 12 mesi (365 giorni) decorrenti dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo della verifica.

Il termine per la realizzazione del progetto (e per la rendicontazione) è prorogabile su richiesta motivata dell’impresa per un periodo non superiore a sei mesi.

Le spese ammesse a contributo devono essere riferite a progetti non realizzati e non in corso di realizzazione alla data dell’8 maggio 2015.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo tutte le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, nonché le eventuali spese accessorie o strumentali, funzionali alla realizzazione dello stesso ed indispensabili per la sua completezza.Sono anche ammesse a contributo le eventuali spese tecniche, entro i limiti precisati negli allegati 1 e 3 dell’Avviso.Non sono ammesse a contributo le spese relative all’acquisto o alla sostituzione di:

  • dispositivi di protezione individuale ai sensi dell’art. 74 d. lgs 81/2008;
  • veicoli, aeromobili, imbarcazioni non compresi nel campo di applicazione del d. lgs 17/2010;
  • impianti per l’abbattimento di emissioni o rilasci nocivi all’esterno degli ambienti di lavoro, o comunque qualsiasi altra spesa mirata esclusivamente alla salvaguardia dell’ambiente;
  • hardware, software e sistemi di protezione informatica fatta eccezione per quelli dedicati all’esclusivo ed essenziale funzionamento di impianti o macchine oggetto del progetto di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza;
  • mobili e arredi;
  • ponteggi fissi

e inoltre non sono ammesse le spese relative a:

  • manutenzione ordinaria degli ambienti di lavoro, di attrezzature, macchine e mezzi d’opera;
  • ampliamento della sede produttiva con la costruzione di un nuovo fabbricato o con ampliamento della cubatura preesistente;
  • acquisizioni tramite locazione finanziaria (leasing);
  • acquisto beni usati;
  • mero smaltimento dell’amianto (lo smaltimento è ammesso solo nel caso in cui l’intervento rientri in un progetto complessivo volto al miglioramento delle condizioni di salute dei lavoratori dell’azienda nel quale è compresa la rimozione dell’amianto ad esempio presente in coperture, per coibentazione e similari);
  • acquisto di macchinari o apprestamenti indispensabili per l’erogazione di un servizio o per la produzione di un bene, di cui l’impresa non dispone ma che deve comunque possedere per avviare l’impresa o una nuova attività;
  • costi del personale interno: personale dipendente, titolari di impresa, legali rappresentanti e soci.

DOTAZIONE

L’entità delle risorse destinate dall’INAIL per l’anno 2014 è di complessivi 267.427.404 €, ripartiti in budget regionali in funzione del numero degli addetti e del rapporto di gravità degli infortuni e pubblicati nei rispettivi Avvisi regionali, secondo la tabella seguente:

inail_riparto_2014

contributo CONTRIBUTO

Il contributo, in conto capitale, è pari al 65% delle spese ammesse.Il contributo è compreso tra un minimo di 5.000 € ed un massimo di 130.000 €. Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di contributo.L’impresa, il cui progetto comporti un contributo di ammontare pari o superiore a 30.000 €, può richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del contributo stesso, compilando l’apposita sezione del modulo di domanda online.

VALUTAZIONE

La selezione dei progetti avverrà mediante procedura a sportello.

Gli elenchi in ordine cronologico di tutte domande inoltrate saranno pubblicati sul sito www.inail.it, con evidenza di quelle collocatesi in posizione utile per l’ammissibilità al contributo, ovvero fino alla capienza della dotazione finanziaria complessiva. Tale pubblicazione, che avverrà entro 7 giorni dal giorno di ultimazione della fase di invio, costituisce, a tutti gli effetti, formale comunicazione degli esiti, da intendersi perfezionata alla scadenza del predetto termine di 7 giorni.

Le imprese collocate in posizione utile per il finanziamento, dovranno far pervenire entro 30 giorni dalla comunicazione, il perfezionamento della domanda mediante copia cartacea della stessa e altra documentazione richiesta dal bando.

TERMINI

Apertura sportello telematico ammissibilità : 3 marzo 2015;
Chiusura sportello telematico ammissibilità: 7 maggio 2015 ore 18:00.

Le data e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande (vedi PROCEDURA), saranno pubblicate sul sito www.inail.it a partire dal 3 giugno 2015.

PROCEDURA

Prima fase: le imprese devono – entro il 7 maggio 2015 – registrarsi presso il Portale INAIL e verificare la possibilità di accedere alla domanda di contributo, attraverso il raggiungimento di una soglia minima di 120 punti, basata su una serie di parametri associati sia a caratteristiche proprie dell’impresa sia al progetto oggetto della domanda.

Seconda fase: a partire dal 12 maggio 2015 le imprese che abbiano raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato la propria domanda, potranno accedere all’interno della procedura informatica per effettuare il download del proprio codice identificativo che le identificherà in maniera univoca.

Terza fase (click-day): le imprese possono inviare attraverso lo sportello informatico la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download. La data e gli orari di apertura e chiusura dello sportello informatico per l’invio delle domande saranno pubblicati sul sito Inail a partire dal 3 giugno 2015.

Lo sportello collocherà le domande in ordine cronologico di arrivo sulla base dell’orario registrato.

 [attachments template=custom include=”5921,5920,5919,5918,5917,5916,5915,5914,5913,5912,5911,5910,5909,5908,5907,5906,5905,5904,5903,5902,5901″]

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]