LAZIO – Sostegno agli Spin-off da Ricerca (scaduto)

bando chiuso POR FESR 2007/2013 – Avviso Pubblico per il sostegno degli Spin-off da Ricerca
TIPOLOGIA: sportello
finalità

OGGETTO
L’avviso è finalizzato a rafforzare la competitività del sistema produttivo attraverso la promozione della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico. Si intende quindi sostenere lo start up di nuove imprese innovative, cofinanziando i costi di avvio e di primo investimento per nuove imprese. In particolare l’attività è rivolta agli spin-off universitari e degli enti di ricerca e, più in generale, a nuove imprese in settori ad alta tecnologia.

soggetti ammessi

SOGGETTI AMMESSI
PMI costituende, sotto forma di società di capitali, che intendano operare nei settori produzione/servizi e intendano avere una sede operativa nella Regione Lazio.

Le società dovranno inoltre soddisfare almeno uno dei seguenti requisiti:

  1. i soggetti promotori e soci dell’impresa (con una partecipazione singola o congiunta pari ad almeno il 25%), devono aver ricevuto una borsa di ricerca o altra forma di sostegno equivalente, inerente il progetto di impresa oggetto della domanda a valere sul presente Avviso Pubblico, da non oltre 3 anni dalla presentazione della domanda;
  2. deve essere sostenuta da un accordo stipulato con Università e/o Organismi di Ricerca, pubblici e/o privati, operanti nel territorio regionale, per lo sfruttamento dei risultati della ricerca da essi originati;
  3. appartenenza della maggioranza dei soci al mondo della ricerca (Università e/o Organismi di Ricerca pubblici e/o privati, come definiti dal Reg. C E 800/2008 art.30), ivi inclusi i soggetti di cui al precedente sub. 1.
  4. maggioranza dei soci promotori costituita da giovani al di sotto dei 35 anni, e/o donne di qualsiasi età, laureati in materie tecnico-scientifiche che presentino proposte progettuali innovative.
SOGGETTI NON AMMESSI
Sono ammessi tutti i settori ATECO 2007 esclusi i seguenti:
A – Agricoltura, Silvicoltura e Pesca
G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
H – Trasporto e magazzinaggio (limitatamente ai codici 49.32 – 49.39 – 49.42 – 52.21 – 53)
I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
K – Attività finanziarie e assicurative
L – Attività immobiliari
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
O – Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
P – Istruzione
T – Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze
U – Organizzazioni ed organismi extraterritoriali.

Sono inoltre escluse le imprese che prevedono di operare  nei settori ritenuti sensibili dalla normativa comunitaria:
a) industria siderurgica
b) fibre sintetiche [relativamente alle produzioni individuate dall’Allegato II degli Orientamenti in materia di aiuti di stato a finalità regionale 2007-2013 (2006/C 54/08)]c) costruzioni navali [secondo la definizione di cui all’art. 2 della Disciplina degli aiuti di Stato alla costruzione  navale (2003/C 317/06)]d) industria carbonifera.

DURATA
Non è prevista una durata in termini progettuali, ma in termini di spesa: saranno ammesse le spese sostenute nel corso dei 12 mesi successivi alla data di formale costituzione della società.

SPESE AMMISSIBILI
A) Investimenti materiali:

  1. acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature nuovi di fabbrica, strettamente necessari all’attività d’impresa; sono ammessi anche contratti di locazione semplice e/o contratti leasing per i canoni pagati nel periodo di durata della proposta progettuale presentata, incluso il maxi canone iniziale;
  2. acquisto di strumenti informatici (hardware).

B) Investimenti immateriali:

  1. acquisto di brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, di licenze di sfruttamento di conoscenze tecniche anche non brevettate, acquisto di know-how, purché chiaramente attribuibili allo sviluppo dell’ide a imprenditoriale;
  2. software;
  3. spese finalizzate alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale/industriale e alla loro estensione;
  4. acquisizione di servizi e prestazioni specialistiche finalizzati:
  • all’individuazione di finanziatori, a studi di fattibilità tecnico-economica e finanziaria, di mercato, ambientale e di processo;
  • a progettazioni tecniche;
  • a consulenze per la promozione commerciale, la comunicazione e l’organizzazione, purché chiaramente attribuibili al piano d’impresa (sono in ogni caso escluse spese di viaggio, vitto e alloggio).

C) Altre spese per l’avvio delle attività imprenditoriali:

  1. costo del personale dipendente dell’azienda e/o compenso dei soci che prestano prevalentemente attività lavorativa presso l’impresa stessa, nel limite massimo di € 2.500,00 mensili per ciascun dipendente o socio;
  2. costi per la locazione della sede operativa e utenze.
DOTAZIONE
Le risorse disponibili a valere sul POR-FESR 2007-2013 sono pari a 8 milioni € (rifinanziamento Delibera di Giunta Regionale 12 ottobre 2012).
contributo

CONTRIBUTO
Il limite massimo del contributo sarà pari all’80% dell’investimento ritenuto congruo ed ammissibile e sarà comunque contenuto, in valore assoluto, entro 100.000 €.

I soggetti beneficiari potranno inoltrare, contestualmente alla presentazione della rendicontazione a saldo, una eventuale richiesta di estensione dell’agevolazione ottenuta, nei limiti dell’intensità d’aiuto, ma con un tetto massimo, in valore assoluto, pari a 50.000 € e relativa ai successivi 6 mesi rispetto alla data di conclusione del primo intervento.

L’istruttoria di tale richiesta ulteriore, da avviare solo in presenza di disponibilità dei fondi, sarà finalizzata ad analizzare i risultati raggiunti, le prospettive e le ulteriori necessità di breve termine, nonché la permanenza dei requisiti di ammissibilità e di merito previsti dall’avviso.

VALUTAZIONE
L’istruttoria delle domande avverra’ secondo la procedura a sportello. I progetti presentati saranno sottoposti, seguendo l’ordine cronologico attribuito al formulario inviato on-line, ad un percorso  diretto a verificarne l’ammissibilità e successivamente il merito.
TERMINI
30 giugno 2013 (salvo esaurimento fondi)
PROCEDURA
La domanda e gli allegati devono essere presentati tramite sportello telematico alla Filas.
 [attachments size=custom label=doctitle docid=”3653″]