LAZIO: voucher per l’innovazione (scaduto)

bando aperto POR-FESR 2007-2013 – Avviso pubblico “voucher per l’innovazione”TIPOLOGIA: sportello
OGGETTO
Il bando finanzia l’acquisizione di servizi per l’innovazione, strumentali allo sviluppo di programmi imprenditoriali innovativi da realizzare esclusivamente nella sede operativa ubicata nel territorio della Regione Lazio, concernenti una o più delle seguenti tipologie di servizi:

A) Servizi di gestione della proprietà intellettuale
I servizi di gestione della proprietà intellettuale sono finalizzati ad aiutare le imprese nella gestione della proprietà intellettuale.
Si individuano a titolo esemplificativo i seguenti servizi:
• assistenza tecnico-giuridica sull’ottenimento e estensione della brevettazione
• supporto alla valorizzazione e consulenza tecnico-strategica e legale sulla gestione e valorizzazione della proprietà intellettuale
• supporto tecnico nella definizione dei contratti e gestione della proprietà intellettuale (predisposizione e attivazione di contratti di segretezza, contratti di licenza, know how)
• supporto alla definizione del regime di proprietà intellettuale per progetti collaborativi anche con partner esteri
• partner search per lo sfruttamento commerciale dei brevetti.

B) Technology intelligence
Sono servizi finalizzati a supportare le imprese nei processi di generazione di nuove idee di prodotto e servizio, ovvero ad incorporare servizi a maggiore valore aggiunto nei prodotti esistenti, e ridurre l’incertezza e il rischio associati alla introduzione di nuovi prodotti e servizi, in modo da aumentare la probabilità di successo di mercato.
Si individuano a titolo esemplificativo i seguenti servizi:
• progettazione, adozione e sviluppo di nuovi prodotti / processi tecnologici / applicazioni/pratiche
• miglioramento significativo di prodotti / processi tecnologici / applicazioni / pratiche ed operazioni esistenti
• progettazione di processo, sviluppo e ottimizzazione compreso simulazioni al computer, adozione e/o sviluppo di software per l’oltimizzazione dei processi e per il miglioramento del rendimento
• sperimentazione, valutazione e convalida con analisi/conclusioni della scoperta incluse prove di collaudo e valutazione di attendibilità

C) Servizi di supporto all’utilizzo del design
Si tratta di attività di analisi, consulenza e progettazione finalizzate a promuovere e valorizzare l’uso strategico del design e della creatività nell’ambito dell’attività produttiva delle imprese.
Si individuano a titolo esemplificativo i seguenti servizi:
• analisi personalizzata del catalogo, con suggerimenti per prodotti/servizi, soluzioni, miglioramenti, aggiunte di prodotti o eliminazioni di altri
• ricerca di designer di supporto ‘ad hoc’, per il miglioramento delle qualità estetiche dei prodotti (product design) e della loro comunicazione (visual design) o della strategia aziendale (design management); analisi del marchio e suggerimenti per la gestione strategica del prodotto/servizio (dal packaging, al “visual”, alla creazione di brochure e cataloghi), o dello sviluppo della comunicazione aziendale (gestione del brand e dell’immagine dell’impresa e/o punti vendita).

D) Servizi per l’upgrading organizzativo, la crescita dimensionale e la ricerca di nuovi mercati
Si tratta di servizi di supporto alla crescita dimensionale, alla strutturazione delle realtà produttive e di supporto alle imprese nelle quali vi sono processi organizzativi in corso finalizzati ad acquisire un assetto più rispondente alle esigenze di competere su mercati internazionali.
Si individuano a titolo esemplificativo i seguenti servizi:
• supporto al reperimento del capitale di rischio (seed e venture capital) quale definizione e stesura del business plan
• ricerca specifica di finanziamenti bancari, di capitale di rischio o agevolati per lo sviluppo dell’attività
• analisi ed implementazione di processi di aggregazione anche nella forma dei Contratti di rete
• test di simulazione di mercato (SMT), finalizzati a stimare le potenzialità di un
prodotto o servizio sul mercato, sulla base di un concept / product test o di una
simulazione in ambiente controllato (è compreso lo sviluppo di sistemi di prototipazione virtuale per consentire alle aziende di testare il prodotto/servizio e sue varianti, ancora prima di aver realizzato un prototipo fisico)
• spese per l’utilizzo di “temporary manager” con un adeguato curriculum, compatibile con i bisogni di innovazione dell’impresa, per lo sviluppo e la realizzazione di idee innovative.

I servizi dovranno essere forniti e fatturati da Fornitori di Servizi principali iscritti in un apposito Elenco, aggiornato periodicamente e tenuto presso la FILAS S.p.A..

I Fornitori di Servizi principali devono essere esterni ed indipendenti rispetto al soggetto destinatario e debbono essere necessariamente individuati tra:
a) Organismi di Ricerca, compresi gli incubatori di impresa, che abbiano acquisito un livello adeguato di specializzazione nelle discipline oggetto del servizio;
b) Imprese o liberi professionisti, iscritti agli Albi professionali di riferimento, con un elevato livello di specializzazione nella fornitura dei servizi in oggetto.

Non sono quindi ammissibili le prestazioni rese da persone fisiche e/o da docenti/ricercatori che svolgano l’attività a titolo individuale e personale.

SOGGETTI AMMESSI
Sono ammesse Micro e Piccole Imprese di produzione e/o servizi alla produzione costituite da almeno 6 mesi e aventi una sede operativa nella Regione Lazio.

SOGGETTI NON AMMESSI
Sono escluse dalle agevolazioni tutte le imprese operanti nei seguenti settori:

G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli
H – Trasporto e magazzinaggio (limitatamente ai codici 49.32 – 49.39 – 49.42 –
52.21 – 53)
I – Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione
K – Attività finanziarie e assicurative
L – Attività immobiliari
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese
O – Amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
P – Istruzione
T – Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico;
produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie
e convivenze
U – Organizzazioni ed organismi extraterritoriali

Non sono inoltre ammissibili progetti d’investimento riguardanti le attività economiche relative ai settori della siderurgia, della cantieristica navale, dell’industria carbonifera, delle fibre sintetiche.

DURATA
Il programma deve concludersi entro 12 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di concessione del contributo.

SPESE AMMISSIBILI
Le spese ammissibili per i progetti di ricerca e sviluppo debbono riferirsi a:A) Investimenti materiali:
1. acquisto di impianti, macchinari ed attrezzature nuovi di fabbrica, strettamente necessari all’attività d’impresa; sono ammessi anche contratti di locazione semplice e/o contratti leasing per i canoni pagati nel periodo di durata della proposta
progettuale presentata, incluso il maxi canone iniziale;
2. acquisto di strumenti informatici (hardware).B) Investimenti immateriali:
1. acquisto di brevetti concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi, di licenze di sfruttamento o di conoscenze tecniche anche non brevettate, acquisto di know-how, purché chiaramente attribuibili allo sviluppo dell’idea imprenditoriale;
2. software;
3. spese finalizzate alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale/industriale e alla loro estensione;
4. acquisizione di servizi e prestazioni specialistiche finalizzati: all’individuazione di finanziatori, a studi di fattibilità tecnico-economica e finanziaria, di mercato, ambientale e di processo; a progettazioni tecniche; a consulenze per la promozione commerciale, la comunicazione e l’organizzazione, purché chiaramente attribuibili al piano d’impresa (sono in ogni caso escluse spese di viaggio, vitto e alloggio).C) Altre spese per l’avvio delle attività imprenditoriali:
1. costo del personale dipendente dell’azienda elo compenso dei soci che prestano prevalentemente attività lavorativa presso l’impresa stessa, nel limite massimo di 2.500 € mensili per ciascun dipendente o socio;
2. costi per la locazione della sede operativa e utenze.Non saranno ritenuti ammissibili progetti con programmi di investimento complessivi inferiori a 35.000 €.
FINANZIAMENTO
La dotazione finanziaria del voucher e’ di 4 milioni €.Il limite massimo dell’aiuto sarà pari al 70% delle spese ritenute congrue ed ammissibili e sarà comunque contenuto, in valore assoluto, entro  massimali in relazione alla media ponderata della base imponibile ai fini IRAP, che vanno dai 5.000 ai 29.000 €.
TERMINI
Lo sportello è aperto dal 8 ottobre 2011 al 30 giugno 2013 salvo esaurimento fondi.
PROCEDURA
Il soggetto proponente deve trasmettere la proposta progettuale esclusivamente in via telematica alla FILAS S.p.A., soggetto attuatore. La presentazione del formulario assicura l’ottenimento di un numero cronologico di protocollo Per il perfezionamento della richiesta occorre, inoltre compilare il modulo di domanda, che deve essere sottoscritto in originale dal Legale Rappresentante e spedito, tramite raccomandata a/r, entro 10 giorni dalla trasmissione on-line del formulario alla FILAS S.p.A.
[attachments size=custom label=doctitle logged_users=1 docid=”2657″]