LOMBARDIA – Linea R&S per aggregazioni (scaduto)

bando chiuso Por-Fesr 2014-2020 – Asse prioritario I

LINEA R&S PER AGGREGAZIONI

Bando per la presentazione delle domande di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale nelle aree di specializzazione S3

SCADUTO

OGGETTO

Il bando mira a sostenere programmi di R&S (ricerca industriale, sviluppo sperimentale) realizzati da imprese anche in collaborazione con Organismi di ricerca (Pubblici e Privati), in grado di valorizzare e mettere a sistema le competenze strategiche e le eccellenze presenti sul territorio regionale orientandole per fare emergere il grande potenziale ancora non del tutto espresso in ambito di ricerca e sviluppo e di favorire, in ultima analisi, la diffusione e l’utilizzo di nuove tecnologie da parte principalmente delle imprese, promuovendone il processo di innovazione e, conseguentemente, uno sviluppo duraturo e sostenibile e una crescita competitiva.Ciascun progetto di R&S deve essere coerente con una delle seguenti Aree di specializzazione individuate dalla “Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l’innovazione (S3)”:

  1. aerospazio;
  2. agroalimentare;
  3. eco-industria;
  4. industrie creative e culturali;
  5. industria della salute;
  6. manifatturiero avanzato;
  7. mobilità sostenibile.
SOGGETTI AMMESSI
Possono presentare domanda Partenariati composti da PMI in associazione con Organismi di ricerca che abbiano avviato la procedura di registrazione presso il Sistema informatico regionale QuESTIO e/o Grandi Imprese con una sede operativa attiva in Lombardia o che dichiarino l’intenzione di costituire una Sede operativa attiva in Lombardia entro e non oltre la stipula del contratto di Intervento Finanziario.Il Partenariato deve essere composto da minimo tre soggetti di cui almeno due PMI ed un Organismo di ricerca e/o una Grande. Inoltre, la composizione del Partenariato deve rispettare i seguenti requisiti:

  1. le PMI partecipanti al Partenariato devono sostenere cumulativamente almeno il 60% delle spese totali ammissibili del Progetto di R&S;
  2. le Grandi Imprese possono sostenere cumulativamente sino al 25% delle spese totali ammissibili del Progetto di R&S;
  3. ciascun Partner non può sostenere meno del 10% delle spese totali ammissibili del Progetto di R&S.

I Partenariati devono comportare la collaborazione effettiva tra i Partner per la realizzazione delle attività del Progetto di R&S di propria competenza; la ricerca contrattuale e la prestazione di servizi di ricerca non sono considerate forme di collaborazione effettiva.

Ciascuna PMI può partecipare a massimo due Progetti di R&S presentati a valere sul presente Bando. Non verranno considerati ammissibili i Progetti di R&S dove il beneficiario risulti con una qualifica diversa rispetto ad un precedente Progetto di R&S presentato a valere sul presente Bando.

DURATA

I Progetti di R&S ammessi all’Intervento Finanziario devono essere realizzati nel termine massimo di 24 mesi dalla data del decreto di concessione dell’agevolazione.

SPESE AMMISSIBILI
Ciascun progetto deve comportare spese totali ammissibili per un importo non inferiore a 1 Milione €. Relativamente alle attività di ricerca industriale e/o sviluppo sperimentale, le spese devono essere riconducibili alle seguenti tipologie:

  1. spese di personale relative a ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario;
  2. costi di ammortamento relativi ad impianti, macchinari e attrezzature calcolati secondo i principi della buona prassi contabile e delle norme fiscali in materia. Nel caso di beni acquisiti in leasing, sono ammissibili i canoni pagati dall’utilizzatore al concedente, al netto delle spese accessorie;
  3. costi della ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, nonché i costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti ottenuti da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;
  4. costi di materiali, forniture e prodotti analoghi, le spese di certificazione di laboratorio;
  5. spese generali forfettarie addizionali derivanti direttamente dal Progetto di R&S per un massimo del 15% delle spese di personale di competenza di ciascun Partner.

Le spese per essere ammissibili devono essere sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione al presente Bando ed entro il termine di realizzazione del Progetto di R&S.

CONTRIBUTO
L’Intervento Finanziario concesso per singolo Progetto di R&S non potrà essere superiore ad una soglia massima pari a 2 Milioni €, determinato sulla base delle seguenti condizioni e percentuali massime applicabili ai singoli Partner:

Modalità di concessione dell’Intervento Finanziario (in % pro-quota delle spese ammissibili)

PMI

Grande Impresa

Organismo di ricerca

Quota a titolo di contributo a fondo perduto 10% 10% 40%
Quota a titolo di finanziamento agevolato 60% 50% 0%
Fino ad una copertura totale delle spese ammissibili pari a: 70% 60% 40%

 

MAGGIORAZIONI

Il Partner PMI beneficerà di una maggiorazione pari al 5% di contributo a fondo perduto:

  • Qualora al momento della presentazione della domanda di partecipazione al Bando o entro e non oltre 12 mesi dalla data del decreto di concessione dell’Intervento Finanziario, abbia presentato nell’ambito del programma Horizon 2020 un progetto correlato con il Progetto di R&S ammesso all’Intervento Finanziario di cui al presente Bando e tale progetto europeo sia stato valutato dai servizi della Commissione europea come ammesso;
  • Qualora al momento della presentazione della domanda di partecipazione al Bando si identifichi in alternativa o come una PMI innovativa o come una Start up innovativa.
TERMINI

Apertura: 19 gennaio 2016 ore 14:30
Scadenza: 11 marzo 2016 ore 14:30

PROCEDURA E VALUTAZIONE
Finlombarda S.p.A. è la società finanziaria del sistema regionale che svolgerà la funzione di Soggetto gestore del Fondo Linea R&S per Aggregazioni.La domanda di Intervento Finanziario dovrà essere presentata con procedura on-line entro i termini sopra indicati, esclusivamente attraverso la modalità informatica presente sul sito di SiAge (www.siage.regione.lombardia.it).Le procedure finalizzate alla concessione degli Interventi Finanziari si articolano nelle seguenti fasi principali:

  • Prima Fase di Domanda, nell’ambito della quale i soggetti richiedenti presentano una domanda di partecipazione al Bando che viene istruita e sottoposta alla valutazione del Nucleo Tecnico di Valutazione (NTV) al fine di individuare i Progetti di R&S da ammettere alla Seconda Fase di Domanda. L’istruttoria svolta in tale fase consiste in un’istruttoria di ammissibilità formale delle domande presentate e un’istruttoria di merito tecnico dei Progetti di R&S. Questa prima fase si conclude con l’approvazione da parte del Responsabile di procedimento di un elenco di domande ammissibili e non ammissibili alla Seconda Fase di Domanda;
  • Seconda Fase di Domanda, nell’ambito della quale i soggetti ammessi a tale fase completano la presentazione del Progetto di R&S che viene istruito e sottoposta alla valutazione del NTV. L’istruttoria svolta in tale fase consiste in un’istruttoria formale, in un’istruttoria di merito tecnico dei Progetti di R&S ed in un’istruttoria di merito economico-finanziaria dei Partner imprese.

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]

Salva