MATTM – Bando per il finanziamento di progetti per l’analisi dell’impronta di carbonio (scaduto)

MATTM

bando chiuso Bando pubblico per l’accesso al finanziamento, in regime di “de minimis”, di progetti per l’analisi dell’impronta di carbonio nel ciclo di vita dei prodotti di largo consumo

TIPOLOGIA: sportello
finalità

OGGETTO
Tramite questa misura è finanziabile la realizzazione dell’analisi dell’impronta di carbonio, ai fini dell’individuazione ed attuazione delle misure per la riduzione delle emissioni.

La misura riguarderà il ciclo di vita di prodotti di largo consumo (no materie prime e semilavorati).

soggetti ammessi

SOGGETTI AMMESSI
Possono presentare istanza di finanziamento tutte le imprese che esercitano, sotto forma individuale o societaria, o tra loro associate o consorziate, abitualmente e stabilmente, un’attività economica al fine della produzione o dello scambio di beni e che, allo stesso tempo, abbiano un valore della produzione, nell’ultimo bilancio approvato, pari o superiore ad 1 milione di Euro.

SOGGETTI NON AMMESSI
Sono esclusi i settori (art.1 Regolamento CE 1998/2006):

  • pesca e acquacoltura
  • produzione primaria dei prodotti agricoli
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli
  • settore carboniero

Sono inoltre escluse le imprese che hanno beneficiato dei finanziamenti riconosciuti in esito al “Bando pubblico per l’accesso al finanziamento, in regime di de minimis, di progetti per l’analisi dell’impronta di carbonio nel ciclo di vita dei prodotti di largo consumo” emanato dal MATTM ( G.U. n. 255 del 2 novembre 2011).

SPESE AMMISSIBILI
Sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

  • Spese relative all’acquisto di software e banche dati strettamente necessari alla realizzazione dell’analisi dell’impronta di carbonio
  • Spese di personale esterno nei limiti di seguito indicati:
    · Costo esperto senior: nel limite massimo di 250 €/giorno
    · Costo esperto junior: nel limite massimo di 100 €/giorno
  • Spese relative alla validazione e/o certificazione dell’analisi dell’impronta di carbonio
  • Spese di comunicazione relative alla preparazione della strategia di comunicazione e alle iniziative di comunicazione al pubblico dei risultati (spese relative alla elaborazione del logo, all’aggiornamento del sito esistente e realizzazione brochure e convegni)
  • Spese generali riconosciute nella misura max del 7% (forfait) delle citate spese ammissibili

Non saranno ritenute ammissibili le spese seguenti:

  • spese relative all’acquisto di strumentazioni
  • spese di missione
  • spese relative alla realizzazione di siti web ex novo non strettamente attinenti ai risultati del progetto ed a pubblicazioni scientifiche
DOTAZIONE
Le risorse disponibili per il 2013 sono pari a 2 milioni €.
contributo

CONTRIBUTO
Alle imprese è riconosciuto un finanziamento, in regime di “de minimis”, sino alla concorrenza massima del 70% delle spese ammissibili e, comunque, non oltre l’importo massimo di 70.000 €.

VALUTAZIONE
L’assegnazione dei contributi avverrà con procedura “a sportello” (art. 2 del DM 468 19 maggio 2011) seguendo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, previa verifica delle condizioni previste e l’assenza delle cause di inammissibilità.

TERMINI
scadenza: ad esaurimento delle risorse disponbili e comunque non oltre il 31 dicembre 2013

PROCEDURA
Le domande di contributo, corredate di firma digitale, dovranno essere trasmesse via PEC all’indirizzo carbonfootprint@pec.minambiente.it. Nel caso l’azienda non sia in possesso del dispositivo di firma digitale le istanze dovranno essere trasmesse prima via PEC e successivamente confermate via raccomandata A/R

 [attachments size=custom label=doctitle docid=”4170″]