MIUR PON 2007-2013. Nuovi Distretti e Aggregazioni (scaduto)

Ministero Università e Ricerca

bando aperto Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” 2007-2013 per le Regioni della Convergenza.
Asse I –
Reti per il rafforzamento.
Azione:
Creazione di nuovi Distretti e/o nuove Aggregazioni Pubblico-Private. 

TIPOLOGIA: bando

OGGETTO 

Scopo del bando e’ stimolare i soggetti economici e scientifici delle Regioni Convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia), invitandoli a presentare specifici Studi di Fattibilita’, volti alla definizione degli obiettivi, delle tematiche specifiche, degli aspetti istituzionali e organizzativi e delle linee di azione per la costituzione e della relativa messa in rete, nei settori prioritari indicati nei relativi APQ, di nuovi Distretti ad Alta Tecnologia.

Gli Studi di Fattibilita’ possono riguardare la costituzione di nuove Aggregazioni Pubblico/Private, anche promosse da universita’ e/o enti pubblici di ricerca, dalla spiccata vocazione internazionale, di dimostrato interesse per il sistema delle imprese, di elevato impatto economico sul territorio delle Regioni della Convergenza, con la specifica finalita’ di aggregare una pluralita’ di soggetti pubblici e privati nell’ambito di medesimi.

Gli Studi devono caratterizzarsi per i seguenti aspetti:

a. Condizioni e presupposti per la creazione del Distretto e/o dell’Aggregazione;
b. Caratteristiche e peculiarita’ del sistema regionale della domanda e dell’offerta di ricerca e innovazione;
c. Ipotesi aggregativa;
d. Previsioni di impatto del Distretto e/o dell’Aggregazione sul sistema economico regionale di riferimento.

SOGGETTI AMMESSI 

Gli Studi di fattibilita’ possono essere presentati, anche nella forma delle reti di imprese, dai seguenti soggetti aventi stabile organizzazione nelle regioni convergenza (Campania, Calabria, Puglia, Sicilia):

a. imprese che esercitano attivita’ industriale diretta alla produzione di beni e/o di servizi;
b. imprese che esercitano attivita’ di trasporto per terra, per acqua o per aria;
c. imprese artigiane di produzione;
d. centri di ricerca con personalita’ giuridica autonoma promossi da uno o piu’ dei soggetti di cui alle precedenti lettere a), b), c);
e. consorzi e societa’ consortili comunque costituiti, purche’ con partecipazione finanziaria superiore al 50% di soggetti ricompresi in una o piu’ delle precedenti lettere a), b), c), d); il limite della partecipazione finanziaria e’ fissato al 30% per consorzi e societa’ consortili aventi sede nelle aree considerate economicamente depresse del territorio nazionale ai sensi delle vigenti disposizioni comunitarie;
f. i parchi scientifici e tecnologici

anche congiuntamente con universita’, enti di ricerca, ENEA, ASI, ed altri organismi di ricerca (vedi anche DM 593/00, art.5, commi 1,2,3,4 ss.mm.ii.).

SOGGETTI NON AMMESSI 

I soggetti non compresi nella sezione di cui sopra.

FINANZIAMENTO 

Le risorse disponibili, a valere sul FESR e su Fondo di Rotazione sono pari a 526 milioni €, così distribuiti:

Regioni Creazione Distretti/Aggregazioni
Calabria 136
Campania 220
Puglia 80
Sicilia 90
TOTALE 526

 

VALUTAZIONE

Una Commissione nominata con decreto MIUR e composta dal  Presidente di Comitato,  4 rappresentanti del MIUR, 1 rappresentante del Ministero Economia e Finanze, 1 rappresentante del Ministero Sviluppo Economico, 2 rappresentanti di ciascuna delle Regioni, tra le 4 Regioni Convergenza, di volta in volta specificatamente interessate, selezionera’, avvalendosi eventualmente di esperti iscritti all’apposito Albo ministeriale, gli Studi di fattibilita’ ammessi alla fase istruttoria, assegnando un punteggio sulla base di una griglia di elementi qualitativi e di fattibilita’.

Per le proposte che otterranno un punteggio minimo di 60, il MIUR e le Amministrazioni regionali interessate procederanno alla stipula di specifici Accordi di Programma per la definizione di interventi, obiettivi, impegni finanziari reciproci.

TERMINI 

apertura: 16 dicembre 2010
chiusura: 15 febbraio 2011
proroga: 22 marzo (decreto MIUR n.53/Ric – 2 febbraio 2011)

CON DECRETO MIUR n.133/Ric. del 21 marzo 2011, SONO STATI PROROGATI NUOVAMENTE I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ALLE ORE 12:00 DEL 21 aprile 2011

PROCEDURA 

La domanda deve essere presentata tramite lo sportello telematico SIRIO. La stampa della domanda e degli allegati deve essere inoltrata a mezzo raccomandata A/R entro 7 giorni dalla chiusura della domanda elettronica, al MIUR.

[attachments size=medium label=doctitle id=1253 docid=1343 fields=none force_saveas=”0″ logged_users=”1″]