REGGIO EMILIA: contributi per programmi di Ricerca e Innovazione (scaduto)

logo_camera_di_commercio_reggio_emilia

bando chiuso Bando contributi per sostegno a programmi di ricerca e innovazione, assistenza e consulenza tecnologica – anno 2013

TIPOLOGIA: bando

finalità

OGGETTO

La Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Reggio Emilia intende favorire i processi di ricerca e innovazione per la competitività delle imprese, stimolandole, in particolare a:

  • realizzare progetti di innovazione tecnologica e organizzativa nei processi, nei prodotti, nei sistemi aziendali e interaziendali nonché a sostenere la brevettazione internazionale;
  • incrementare la collaborazione e i rapporti con l’Università di Modena e Reggio Emilia, i Centri per l’innovazione ed il Trasferimento Tecnologico e i Laboratori di Ricerca Industriale accreditati presso la Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna, per favorire il trasferimento tecnologico e l’applicazione dei risultati della ricerca scientifica;
  • aggregarsi fra loro per realizzare congiuntamente progetti di ricerca, sviluppo, organizzazione, acquisizione ed erogazione servizi, favorendo il superamento dei limiti connessi alla piccola dimensione.

Gli interventi ammessi a contributo dovranno essere riconducibili a:

  • sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di elevata innovatività, con particolare riguardo a quelli incentrati sull’utilizzo di tecnologie d’avanguardia;
  • introduzione di processi produttivi con caratteristiche innovative rispetto al processo produttivo esistente, con particolare riferimento ai “processi puliti”;
  • introduzione di nuovi modelli organizzativi di gestione e di controllo, fortemente incentrati sull’utilizzo di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) in grado di riorganizzare in termini innovativi attività produttive e di servizio;
  • sostegno per la protezione brevettuale europea e/o internazionale di tecnologie, prodotti e modelli proprietari sviluppati dalle imprese.
soggetti ammessi

SOGGETTI AMMESSI

  • le PMI, in forma singola o aggregata* con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia;
  • i consorzi di imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia;

per iniziative rivolte alla realizzazione di un progetto di ricerca e innovazione tecnologica in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia e/o con i Centri per l’innovazione ed il Trasferimento Tecnologico e con i Laboratori di Ricerca Industriale accreditati presso la Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna.

*Per aggregazione si intende qualunque forma di condivisione del progetto, da parte di almeno tre imprese – non legate da rapporti di controllo o collegamento, o che abbiano in comune soci, amministratori o procuratori con poteri di rappresentanza-, anche senza il ricorso a forme giuridicamente riconosciute purché in forma scritta. Una delle imprese aggregate assumerà il ruolo di “capofila” presentando un’unica domanda che comprenderà le informazioni anagrafiche e progettuali relative a tutte le imprese coinvolte e che fungerà da referente per conto dell’aggregazione. Non sono ammesse sostituzioni di imprese nelle aggregazioni dopo la presentazione della domanda.

DURATA
Sono ammissibili le spese sostenute a partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda fino al 30/06/2014.

SPESE AMMISSIBII
Le spese ammissibili riguardano:

  1. spese sostenute per contratti di collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia, i Centri per l’innovazione ed il Trasferimento Tecnologico, i Laboratori di Ricerca Industriale accreditati presso la Rete Alta Tecnologia della Regione Emilia-Romagna per la realizzazione dello specifico progetto finanziato. In particolare, sono ammissibili le spese relative a contratti finalizzati all’acquisizione di competenze in materia di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico in relazione al progetto, per servizi legati all’uso di laboratori e per il supporto alla partecipazione di progetti comunitari;
  2. acquisizione di attrezzature di laboratorio indispensabili alla buona esecuzione del progetto;
  3. spese per acquisizione materiali di prova, di laboratorio, costi esterni di prototipazione;
  4. spese per l’acquisizione di informazioni tramite la consultazione di banche dati;
  5. spese relative alla brevettazione europea ed internazionale in particolare:
    1. costi diretti sostenuti per il deposito di domande di:
      • brevetti europei presso l’ufficio brevetti di Monaco (Germania) ai sensi della “Convenzione del brevetto Europeo – Monaco di Baviera” – 5 ottobre 1973;
      • brevetti internazionali PCT presso la sede di Ginevra dell’OMPI, ai sensi della “Convenzione di Washington” del 1970;
      • brevetti “nazionali” depositati in Paesi esteri;
      • registrazioni di modelli o disegni presso la sede di Alicante dell’UAMI, ai sensi del Reg. (CE) n. 6/2002 del Consiglio del 12 dicembre 2001, su disegni e modelli comunitari;
      • registrazioni di modelli o disegni presso la sede d i Ginevra dell’OMPI, ai sensi dell’ “Hahue System for the International Reguistration o f Industrial designs”;
      • registrazioni di modelli o disegni “nazionali” depo sitati in Paesi esteri;
    2. consulenze da parte di studi professionali o profes sionisti del settore;
    3. costi di traduzione per la nazionalizzazione del br evetto europeo in uno o più Paesi.
DOTAZIONE
Le risorse disponibili sono pari a 400.000 €.
contributo CONTRIBUTO
Il contributo riconoscibile è pari al 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto fino al valore massimo di 30.000 €.

MAGGIORAZIONI

La percentuale è elevata al 60% nel caso in cui l’impresa richiedente risponda ai criteri di impresa femminile o giovanile o in forma aggregata per un importo massimo comunque non superiore a 30.000 €.

VALUTAZIONE
L’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili e nel soddisfacimento delle condizioni, verificate da un’apposita Commissione nominata dal Segretario Generale della Camera di commercio di Reggio Emilia.

L’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato:

  • dalla valutazione della Commissione;
  • a parità di punteggio finale attribuito dalla Commissione in ordine crescente dell’ammontare dell’investimento ammesso a contribuzione;
  • in caso di ulteriore parità, in ordine cronologico sulla base della data di spedizione della domanda.
TERMINI
apertura: 24 giugno 2013
chiusura: 30 settembre 2013 (salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi)

PROCEDURA
La domanda di contributo dovrà essere accompagnata da una lettera di intenti/accordo o contratto con l’Università o con i Centri per l’Innovazione e con i Laboratori di Ricerca, in qualità di soggetto incaricato dall’impresa ad erogare l’attività di assistenza personalizzata.

[attachments size=custom label=doctitle docid=”4785″]