TOSCANA: Voucher per ICT e servizi innovativi (scaduto)

logo ufficiale Regione Toscana

bando aperto Aiuti alle micro, piccole e medie imprese per acquisire servizi innovativi

TIPOLOGIA: bando

SCADUTO

finalità OGGETTO

Finalità del bando è di agevolare la realizzazione di progetti di investimento per l’innovazione delle PMI da attuarsi con l’acquisizione di servizi qualificati, tramite Voucher.

Il bando finanzia progetti di innovazione legati alle priorità tecnologiche indicate dalla Smart Specialisation Strategy regionale:

  • ICT e Fotonica
  • Fabbrica Intelligente
  • Chimica e Nanotecnologia
soggetti ammessi SOGGETTI AMMESSI

Possono presentare domanda di partecipazione al bando PMI, in forma singola o associata in ATS, ATI, Reti di imprese (con/senza personalità giuridica), Consorzi con attività prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere
C – Attività manifatturiere
D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento
F – Costruzioni
G – Commercio all’ingrosso e al dettaglio (SOLO gruppo 45.2 e categoria 45.40.3)
H – Trasporto e magazzinaggio (ESCLUSI gruppi 49.39.01, 52.22.0, 52.22.09)
J – Servizi di informazione e comunicazione (ESCLUSE divisioni 58, 59 e 60, e gruppi 63.91)
M – Attività professionali, scientifiche e tecniche (ESCLUSA classe 71.11, 73.11, 74.2 e
74.3)
N – Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (ESCLUSI divisione
79 , gruppi 77.22 e 82.3, categoria 77.21.02)
Q – Sanità e assistenza sociale (ESCLUSO gruppo 86.1)
S – Altre attività di servizi (SOLO divisioni 95 e 96 con esclusione categoria
96.04.2)

DURATA

I progetti di investimento dovranno concludersi entro una data variabile per tipologia di servizio richiesto. L’avvio del progetto è stabilito convenzionalmente nel giorno della pubblicazione sul BURT del provvedimento di concessione, mentre il primo titolo di spesa è ammissibile dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda.

SPESE AMMISSIBILI

I progetti di investimento  variano, nel minimo ammissibile, per dimensione d’impresa nel modo seguente:

  • microimpresa: 10.000 €
  • piccola impresa: 12.500 €
  • media impresa, consorzi, ATI/ATS/RTI: 20.000

Il massimo investimento ammissibile è invece, uguale per tutti, di 50.000 €.

Le tipologie di servizi per l’innovazione ammissibili all’aiuto sono definite nel “Catalogo“.

Le spese ammissibili sono le seguenti:

  1. costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali;
  2. costi per la messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza o di una grande impresa che svolga attività di ricerca, sviluppo e innovazione in una funzione di nuova creazione nell’ambito dell’impresa beneficiaria e non sostituisca altro personale. Tali costi sono ammissibili solo se sostenuti nell’ambito dei servizi B16 e B27;
  3. costi per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione.
DOTAZIONE

Le risorse disponibili sono pari a 600.000 € dei quali il 10% riservato a progetti d’investimento relativi all’acquisizione di servizi qualificati di accompagnamento alla presentazione di progetti comunitari per la ricerca ed innovazione (es. Horizon 2020).

contributo CONTRIBUTO

L’aiuto viene concesso in come contributo in conto capitale nella forma di Voucher, fino ad una misura massima della spesa ritenuta ammissibile a seguito di valutazione indicata nel “Catalogo” per ogni tipologia di servizio acquisito.

VALUTAZIONE

La selezione delle domande di aiuto avverrà con procedura valutativa.

L’iter procedimentale delle domande si articola nelle seguenti fasi:

  • istruttoria di ammissibilità: In relazione all’istruttoria verranno esaminate le cause di inammissibilità della domanda, vale a dire le cause che impediscono alla domanda di accedere alla successiva fase di valutazione;
  • valutazione dei progetti. I progetti verificati ammissibili a seguito dell’istruttoria sopra menzionata sono valutati in base a specifici criteri di selezione. Successivamente il punteggio di premialità è attribuito esclusivamente ai progetti che hanno raggiunto il punteggio minimo previsto per i singoli criteri di selezione ed il punteggio minimo totale previsto per la somma dei punteggi dei singoli criteri di selezione;
  • formazione della graduatoria e sua pubblicazione;
  • atto di concessione del contributo;
TERMINI

Chiusura: 30 ottobre 2015

PROCEDURA

La domanda e gli allegati richiesti devono essere inviati tramite l’applicativo web di Sviluppo Toscana S.p.A.

[attachments template=custom]

[poppy type=”button” class=”btn-info”]Ha trovato questo articolo di suo interesse e desidera maggiori informazioni?[/poppy]